Domenico Petruzza, Medaglia d'oro al valor militare
25 aprile 2019
Domenico Petruzza, Medaglia d'oro al valor militare

News Calabria

25 aprile. Il lametino Domenico Petruzza, fulgida figura di partigiano


Domenico Petruzza nacque il 2 gennaio 1922 a Nicastro (oggi Lamezia Terme), in provincia di Catanzaro. Fu vice brigadiere dei carabinieri. Fece parte della 2ª divisione Garibaldi dall’8 giugno al 24 agosto 1944. Operò sotto il comando di Gino Castagneris (Capitan Tempesta) nel territorio compreso tra Venaria Reale e le valli di Lanzo.

Fu protagonista di molte azioni partigiane, tra cui una condotta nei pressi della tenuta La Mandria per liberare alcuni prigionieri inglesi. Inoltre fu sua l’idea di realizzare dei tromboncini (accessori da applicare alla canna delle armi) per rendere più forte il tiro degli Sten e poter lanciare bombe di mortaio da 45. Il 23 agosto 1944, durante un’operazione per prelevare ai fascisti una mitraglia e un camion 626 Fiat, avvenne uno scontro a fuoco dove rimase ferito gravemente. Il giorno successivo il suo cadavere fu caricato su un autoblindo e portato in giro per Venaria e verso le Case Operaie Snia, per far da monito alla popolazione e agli altri partigiani. Le sue spoglie riposano presso il mausoleo del cimitero di Venaria; una lapide in corso Garibaldi, all’altezza di via Roma, ricorda il suo sacrificio.

Medaglia d’oro al Valore Militare. Motivazione: «Intrepido e valoroso partigiano, due volte catturato dai tedeschi, due volte evaso, si offriva sempre volontario per le più audaci gesta. Primo fra i primi in ogni ardimento, anelante sempre a maggiori audacie, richiedeva per sé il supremo rischio di far saltare il ponte di Ozzano. Mentre si accingeva all’epica impresa veniva sorpreso da una forte pattuglia tedesca e, disdegnando la fuga, uno contro quaranta, li affrontava con leonino slancio. Scaricata, fino all’ultimo colpo, la sua pistola, in un supremo gesto di sfida scagliava la sua arma contro il nemico e gridando “Viva l’Italia” cadeva fulminato da una raffica di mitra al petto. Fulgida figura di eroico partigiano, superbo simbolo dell’antico valore»
(Fonte metarchivi.it, altralamezia.org))


Leggi anche...



Cultura, eventi, spettacoli e sport
Sant’Andrea Apostolo: il 21 agosto docufilm...

Il musicista e docente Danilo Gatto racconta in un docufilm la storia dell’amore per la...


Cultura, eventi, spettacoli e sport
PEPERONCINO JAZZ FESTIVAL: OGGI TAPPA A CORIGLIANO...

Dopo una brevissima pausa in occasione del Ferragosto, riparte il lungo tour musicale e...


Cultura, eventi, spettacoli e sport
Lamezia Summertime 2019: un’altra settimana di...

Un’altra settimana di grandi proiezioni per la XVIII edizione di CINEMA E CINEMA, rassegna...


News Lamezia e lametino
Nuovo Cdu Lamezia Terme: «Lampioni a rischio...

“PREVENIRE E’ MEGLIO CHE CURARE” è un vecchio proverbio, sempre attuale, che...