unaltra-immagine-del-meeting
25 settembre 2018

News Calabria

A Feroleto «Infertilità e fecondazione assistita», focus sulla Medicina della riproduzione


Una lunga giornata di studio e di dibattito sui temi della procreazione medicalmente assistita, sull’infertilità di coppia, le sue cause e le cure possibili. Questi i temi affrontati nel meeting svoltosi in un hotel di Feroleto Antico con la direzione scientifica del Dott. Rosalbino Isabella, ginecologo lametino specialista in Procreazione medicalmente assistita. All’incontro hanno partecipato ginecologi ed esperti in materia provenienti da tutta Italia e anche dall’estero. A fare gli onori di casa, oltre ad Isabella, anche gli specialisti presidenti del meeting Pasquale Vadalà, Domenico Perri, Lia Ermio, Carlo Maria Stigliano.

I recenti dati del registro nazionale sulla P.M.A. hanno accertato che l’infertilità maschile si attesta al 29,3%; quella femminile è al 37,1%. È stato inoltre evidenziato che l’infertilità idiopatica (ovvero il mancato concepimento dopo un anno di tentativi senza metodi concezionali) raggiunge la percentuale del 15,1%. Sull’incapacità di concepire incide anche il fattore genetico (0,9%).

Il primo intervento è stato affidato a Carlo Foresta, Ordinario di Endocrinologia, Uoc Andrologia e Medicina della Riproduzione all’Università di Padova, il quale ha trattato il tema della sterilità maschile dovuta al papilloma virus (Hpv).

Criado Scholz, embriologo direttore di Ovobank e di Fiv Marbella che sono tra le più importanti banche di ovuli in Europa, ha parlato del sempre più alto numero di pazienti che si affida alle cure degli esperti per la fecondazione eterologa, ovvero la fecondazione assistita in cui il seme oppure l’ovulo che servono per il concepimento di un bambino non appartengono ai genitori ma a una persona esterna alla coppia.

Il meeting è continuato con l’intervento di Antonio Guglielmino, ginecologo e direttore del centro Unità di medicina riproduttiva di Catania, il quale ha illustrato i protocolli di stimolazione ovarica.

Stefano Palomba, primario del Reparto di Ostetricia e Ginecologia degli Ospedali Riuniti di Reggio Calabria, ha centrato l’attenzione sull’endometriosi e la preservazione della fertilità.

Nel corso del workshop, al termine delle letture magistrali, sono stati realizzati dei Role Play aventi come protagonisti due attori che hanno simulato quattro differenti casi clinici alla presenza di un medico esperto che ha analizzato le problematiche della infertilità di coppia indirizzandoli sul percorso clinico-terapeutico da intraprendere.
Ha chiuso i lavori il dott. Franco Marincolo encomiando il dott. Rosalbino Isabella per l’innovativo workshop, la sua professionalità ed il suo spirito imprenditoriale.


Leggi anche...



News Lamezia e dintorni
Nuovo Cdu Lamezia Terme ha incontrato il...

Finalmente si è riaperto il dialogo tra i Commissari Straordinari del Comune di Lamezia e i...


News
A Lamezia Terme la rassegna «Suicidi letterari»...

Ritorna a Lamezia mercoledì 19 dicembre la rassegna Suicidi letterari con uno speciale di...


Cultura, eventi e spettacoli
«Lucia sponsa Christi»: concerto delle Ancillae...

Una meditazione cantata, il concerto che le Ancillae Domini, dirette da Licia Di Salvo, hanno...


Cultura, eventi e spettacoli
Alla fiera nazionale «Più libri, più liberi»...

Ha partecipato per la terza volta consecutiva a Più libri più liberi, fiera nazionale della...