Listener
16 gennaio 2016

News cultura, spettacolo, eventi e sport

A Polistena «Zampalesta u cane Tempesta»


Tutto pronto a Polistena per il secondo spettacolo di «Teatro Famiglie», il ciclo di rappresentazioni per i più piccoli giunto alla quarta edizione e organizzato anche quest’anno dalla Residenza teatrale della Piana gestita dalla Compagnia Dracma.

Domani, con inizio alle ore 17.00, nell’auditorium polistenese andrà in scena Zampalesta u cane Tempesta, opera incentrata sulla rivalutazione dei burattini tradizionali calabresi.

Spazio quindi alla fantasia e alla sempre utile commistione tra fiaba e linguaggio dialettale, nello spettacolo che nasce dalla collaborazione artistica di Angelo Gallo con Gaspare Nasuto. I due burattinai, uno calabrese e l’altro napoletano, percorrono con dedizione e credibilità un sentiero nuovo destinato a far divertire i bambini e, nella formula voluta dalla Residenza diretta da Andrea Naso, consentire alle famiglie di riaprire «un dialogo» con il teatro.

La performance originale, che ha una durata di 50 minuti, è infatti pensata per un pubblico di ogni età proprio perché l’intento dell’autore Angelo Gallo è quello di far entrare la Calabria, attraverso la sua lingua dialettale, nella mappa internazionale delle regioni con la tradizione autentica dei burattini. Il palco polistenese sarà per un pomeriggio «la piazza di paese» della nostra memoria, in cui lo spazio dell’immaginazione e del divertimento sarà impreziosito dalle pillole educative dei personaggi di pezza.

Un ritorno a formule teatrali del passato, però con un approccio che sempre di più sta convincendo la critica e gli esperti: Zampalesta u cane Tempesta, infatti, è vincitore della XX edizione del Premio Otello Sarzi nella sezione «nuove figure del teatro». Ciò che è antico, quindi, può essere rinnovato e apprezzato in linea con l’obiettivo culturale perseguito dalla Residenza che, appunto, nel nome “Del Bello Perduto” punta sia sulla storia che sulla contemporaneità.

Lo spettacolo di domenica, che è prodotto dall’associazione Teatro della Maruca di Crotone, come gli altri del ciclo che consta di 6 appuntamenti è inserito nel cartellone programmato dalla Residenza, la cui organizzazione conta sul sostegno del ministero dei Beni Culturali, della Regione Calabria e del Comune di Polistena. Il «Teatro Famiglie» sperimenta quest’anno una doppia partnership con due realtà imprenditoriali locali – la pasticceria Sirò, rinomata per le sue produzioni di origine biologica, e la ditta Prestileo Giocattoli – che offriranno ai bimbi gustose merende bio, al termine di ogni spettacolo, e sconti del 10% per l’acquisto di giochi, esibendo il biglietto che, per ogni appuntamento, ha un costo di 5 euro.


Leggi anche...



News
Nato, Putin: “Adesione Finlandia e Svezia non...

L'adesione alla Nato di Svezia e Finlandia non preoccupa la Russia che si riserva tuttavia di...


News
Nanotecnologie su Beni culturali, premiata Zuccalà

“Con Heritage Preservation Lab, un nuovo settore specialistico dedicato al Restauro e alla...


News
Ucraina, intelligence Usa: guerra al rallentatore e...

Il Presidente russo Vladimir Putin mantiene l'obiettivo di conquistare la gran parte del...


News
Ucraina, Putin: “Obiettivo operazione è...

Gli obiettivi dell'operazione militare speciale in Ucraina sono, secondo Vladimir Putin,...