66143655_10157647976858984_5769456420852334592_o
12 luglio 2019

Cultura, eventi, spettacoli e sport

Al Mulinum San Floro il 14 luglio inaugurazione «Il Giardino dei Sonagli», scultura sonora partecipata di Yuval Avital. Sarà presente Michelangelo Pistoletto


Il 14 luglio nei campi di Mulinum San Floro (Catanzaro) si inaugura l’installazione permanente dell’opera sonora IL GIARDINO DEI SONAGLI dell’artista multimediale Yuval Avital in occasione della festa della trebbiatura 2019.

Il progetto nasce dalla collaborazione con Terzo Paradiso Cittadellarte-Fondazione Pistoletto e Mulinum, custode del territorio con un innovativo progetto agricolo e mecenate dell’opera
Un rigoglioso uliveto disseminato di sottili spighe metalliche, dalle quali propendono centinaia di campane e sonagli provenienti da ogni parte del Mediterraneo e suonati dal vento: è Il Giardino dei Sonagli (The Rattles Garden), la dimensione poetica che l’artista multimediale Yuval Avital ha progettato per il territorio di San Floro in Calabria, con il desiderio di creare un sinestetico luogo di incontro delle voci e delle storie dei paesi che si affacciano sul Mare Nostrum.
Il 14 luglio, attorno al rinato mulino a pietra Mulinum – nella parte più stretta e ventosa della Calabria, quella tra il golfo di Sant’Eufemia e il Golfo di Squillace – prenderà vita una scultura sonora che si completerà soltanto attraverso la partecipazione e il potere del fare di uomini e donne di ogni angolo del Mediterraneo: da Cipro a Marocco, dall’Italia alla Grecia, dalla Spagna a Israele.
Sospinte dal vento, che abolisce i confini e le distanze, queste campane si uniranno per generare un unico suono, nel quale riecheggiano la storia, la cultura e la tradizione di ogni paese donatore. Un’opera frutto, appunto, della fusione di centinaia suoni diversi, perché le campane, seppur simili, non sono mai uguali tra loro: come noi umani, ognuna di esse ha la sua specifica voce.
Il Giardino dei Sonagli è “una equazione sonora dell’utopia raggiungibile del Mediterraneo – afferma Yuval – in cui la potenza della diversità degli esseri umani viene celebrata attraverso sonagli con un differente peso, ritmo, storia, provenienza, funzionalità, che insieme vivono, suonano e fanno incontrare mondi lontani. […] La campana – moltiplicata a centinaia – diventa un algoritmo complesso, estetico ma naturale che sposa i canti degli uccelli, il fruscio del vento, il belato delle pecore.”

L’immensa scultura sonora di Avital, opera partecipata e collettiva nata da un progetto di Terzo Paradiso Cittadellarte-Fondazione Pistoletto, il movimento internazionale di pratiche culturali e artistiche ideato nel 2003 da Michelangelo Pistoletto, è resa possibile dal coinvolgimento delle persone che vorranno donare campane e sonagli, raccontando al contempo la propria storia e scegliendo di farla confluire idealmente in una comune narrazione sonora.
“Nell’estate del 2018, ci siamo resi conto che San Floro rappresenta ‘un terzo paradiso vivente’, in quanto realizzazione concreta di quella aspirazione a un rapporto armonioso fra natura, uomo e tecnologia che il nostro movimento promuove in tutto il mondo con le sue iniziative. Così, assieme alle altre ambasciatrici locali, Iole D’Agostino, Giovanna Costanzo, Caterina Bettiga, Teresa Bevilacqua e Savina Tarsitano, abbiamo pensato di realizzare qualcosa di specifico per quest’area rurale che ha trovato, con Mulinum, un nuovo slancio. Un ringraziamento particolare va a Michelangelo Pistoletto e al coordinatore internazionale di Terzo Paradiso, Saverio Teruzzi per aver da subito creduto nel progetto. Senza dimenticare le preziose suggestioni regalateci, in tutti questi mesi di lavoro, dallo scrittore Francesco Bevilacqua ma anche dall’architetto del paesaggio Anna Petruzza, dalla web design Paola Iacopetta e dall’esperta di food marketing Paola Ley Scuticchio. Fondamentale, infine, è stato il supporto di enti governativi e associazioni che ci hanno aiutati a diffondere la call per la raccolta di campane e sonagli anche all’estero” dichiara Simona Mazzitelli, ambasciatrice di Terzo Paradiso, ideatrice del progetto e tra i soci fondatori di Mulinum.

Custodi e promotori del Giardino dei Sonagli sono, appunto, alcuni dei soci fondatori di Mulinum che, condividendo il progetto, hanno deciso di partecipare attivamente per incidere sul cambiamento dando luogo a quella pratica che Michelangelo Pistoletto definisce demopraxia. Mulinum stessa è una realtà nata per tutelare e proteggere il territorio con un’azione partecipata e collettiva, che rilancia la vocazione agricola del luogo. “Mulinum è nato dal convincimento profondo che i territori si difendono solo coltivandoli, nel senso più ampio che si può attribuire a questo termine, ovvero portando, nel rispetto della specificità di ogni singolo luogo, attività e occasioni di crescita sociale, economica e culturale. L’opera di Yuval Avital e la collaborazione con Terzo Paradiso rappresentano per noi iniziative di grande significato, nel percorso di valorizzazione di questa parte di Calabria, intrapreso dal 2016”, dichiara Stefano Caccavari, ideatore di Mulinum.

Prima opera del Giardino Sonoro del Mediterraneo, che porterà arte e cultura in tutti i paesi che del Mediterraneo, Il Giardino dei Sonagli verrà inaugurato il 14 luglio, in occasione della Festa della Trebbiatura di San Floro, momento rituale e collettivo che riunisce la comunità locale attorno alla raccolta del grano. Saranno presenti, insieme a Yuval Avital, Michelangelo Pistoletto e Saverio Teruzzi.
Il Giardino dei Sonagli è una produzione Mulinum con il supporto di Cittadellarte – Fondazione Pistoletto, Ambasciatori del Terzo Paradiso, Laboratorio di Entnomusicologia e Antropologia Visuale dell’Università degli Studi di Milano, Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria, Università degli Studi di Catanzaro “Magna Graecia” e Università della Calabria. Il progetto si avvale del patrocinio della Regione Calabria, della Provincia di Catanzaro, del Comune di Lamezia Terme e del Comune di San Floro.
Tutte le indicazioni per donare campane e sonagli al Giardino dei Sonagli sono disponibili sul sito The Rattles Garden (http://therattlesgarden.com/) e sul sito di Mulinum (https://www.mulinum.it/callforbells/). Maggiori informazioni sulla festa della trebbiatura e sull’inaugurazione dell’opera di Yuval Avital saranno a breve pubblicate sulla pagina Facebook di Mulinum.

————————————————————————————————————————————————–
YUVAL AVITAL
Nato a Gerusalemme nel 1977 e residente a Milano, Yuval Avital è artista multimediale, compositore e chitarrista. È conosciuto per le sue installazioni sonore e visive, performance collettive che coinvolgono masse sonore nella creazione di rituali contemporanei, opere icono-sonore, quadri multimediali complessi e per lo sviluppo di progetti tecnologici realizzati anche con l’apporto di intelligenza artificiale in spazi pubblici, siti di archeologia industriale, teatri e musei, sfidando le tradizionali categorie che separano le arti.
Nelle sue opere totali e performance, nei suoi concerti e progetti immersivi si possono trovare, uno accanto all’altro, portatori di tradizioni rare e antiche, grandi solisti di musica contemporanea, folle di non musicisti, ballerini, strumenti tecnologici elaborati o appositamente creati, multiproiezioni video, stampe fotografiche, disegni e pittura.
Pur nella grande complessità e articolata multimedialità, ogni opera rivela una sua identità precisa, divenendo un microcosmo esperienziale, poetico ed emotivo, frutto di una ricerca meticolosa realizzata con un linguaggio attentamente codificato. I suoi lavori transdisciplinari sconfinano tra le più svariate categorie artistiche e sono stati presentati sia nei più grandi teatri d’opera che in musei e fondazioni d’arte.

MULINUM
MULINUM è la prima azienda agricola italiana che nasce da una straordinaria partecipazione popolare, aperta e in continua espansione, attivata sui social dal suo fondatore, Stefano Caccavari, che ha rilanciato la coltura di grani antichi, la produzione di farine integrali macinate esclusivamente a pietra, la costruzione in bioedilizia di un luogo, il Mulinum, dove
le farine vengono macinate a vista, dove si panifica il pane con ricette tradizionali e dove si può sostare per gustare straordinarie pizze agricole.
Il primo Mulinum è nato a San Floro, in Calabria, luogo di nascita di Stefano Caccavari, classe 1988, che dopo gli studi in economia aziendale, mosso dal desiderio di salvare e rilanciare il suo territorio crea questa filiera, con l’idea di replicarne la formula in ogni regione italiana, rifiutando aiuti pubblici e politici, basandosi esclusivamente sul coinvolgimento di soci privati, oggi 220, attraverso i quali ha realizzato nei primi due anni una complessiva raccolta di oltre 1.430.000 euro, parte dei quali destinati all’avvio di Mulinum Toscana e Mulinum Puglia. Mulinum, custodisce e rilancia i territori nei quali attecchisce anche sul piano culturale; il Giardino dei Sonagli è un segno tangibile di questa volontà.

TERZO PARADISO
“È la fusione fra il primo e il secondo paradiso. Il primo è quello in cui gli esseri umani erano totalmente integrati nella natura. Il secondo è il paradiso artificiale, sviluppato dall’intelligenza umana, fino alle dimensioni globali raggiunte oggi con la scienza e la tecnologia. Questo paradiso è fatto di bisogni artificiali, di prodotti artificiali, di comodità artificiali, di piaceri artificiali e di ogni altro genere di artificio. Si è formato un vero e proprio mondo artificiale che, con progressione esponenziale, ingenera, parallelamente agli effetti benefici, processi irreversibili di degrado e consunzione del mondo naturale. Il Terzo Paradiso è la terza fase dell’umanità, che si realizza nella connessione equilibrata tra l’artificio e la natura. Terzo Paradiso significa il passaggio a uno stadio inedito della civiltà planetaria, indispensabile per assicurare al genere umano la propria sopravvivenza. A tale fine occorre innanzi tutto ri-formare i principi e i comportamenti etici che guidano la vita comune. Il Terzo Paradiso è il grande mito che porta ognuno ad assumere una personale responsabilità nella visione globale. Il termine paradiso deriva dall’antica lingua persiana e significa ‘giardino protetto’. Noi siamo i giardinieri che devono proteggere questo pianeta e curare la società umana che lo abita” – Michelangelo Pistoletto (2003)
Il Terzo Paradiso assume forma concreta e operativa attraverso le attività di Cittadellarte e della sua rete globale (fatta di Ambasciate, Forum e Cantieri e centinaia di partner) e le best practices presentate da Geografie della Trasformazione


Leggi anche...



News Calabria
Allerta Meteo Calabria: allarme arancione martedì...

Messaggio di Allertamento Unificato emesso oggi da Protezione Civile Calabria ha valenza di...


News Calabria
NUOVA STATALE 106: «SENZA LE INFRASTRUTTURE LA...

Il Sud dell’Italia si sta svuotando sempre di più dei suoi giovani. Nei 7 anni della crisi,...


Cultura, eventi, spettacoli e sport
Festival delle erranze e della filoxenia: terza...

Il Festival delle erranze e della filoxenia fa tappa a Serrastretta, nel cuore del Reventino,...


News Calabria
NUDM Reggio Calabria: «Accanto ai pazienti, alle...

La notizia della possibile chiusura dell'Hospice "Via delle Stelle" non può che allarmare la...