rizzuti
19 settembre 2019

Cultura, eventi e spettacoli

Al via Materia Festival 2019: Daniele Rizzuti e Zeroottouno in mostra dal 19 al 22 settembre a Catanzaro


Tutto pronto a Catanzaro per MATERIA, Festival dedicato alla promozione della cultura del design in Calabria e nel Mediterraneo.
La IV edizione del Materia Independent Design Festival, la più importante manifestazione del Sud Italia dedicata al design, realizzata da Officine AD degli architetti Domenico Garofalo e Giuseppe Anania, con la direzione artistica di Antonio Aricò, si svolgerà nel capoluogo dal 19 al 22 settembre.
Mercoledì 18 un esclusivo pre-opening nel quartiere marinaro da Le Mani Casa ha anticipato l’inaugurazione di oggi 19 settembre, alle ore 17.30 al Complesso Monumentale del San Giovanni.
Sempre il 19 settembre, dalle ore 18.30, nell’ambito di Materia, l’Ex-Stac aprirà le sue porte alle esposizioni di Daniele Rizzuti e Zeroottouno.

“La coda dell’occhio” è il titolo della mostra di fotografie di Daniele Rizzuti dove vi è un parallelismo tra uomo e indeterminato fotografico, composto da differenti sfumature e gradazioni altrimenti impercettibili. L’uomo appartiene a questo spazio indeterminato, nulla di statico ma qualcosa in continuo mutamento nel corpo e nell’anima. “La macchina fotografica ha la pretesa – spiega l’artista – di indagare in questo spazio infinito, oltre il primo piano, oltre la superficie; al di là esiste un’altra verità.”

Zeroottouno è un duo artistico composto da Davide Negro e Giuseppe Guerrisi. Al centro della loro ricerca vi sono le dinamiche del rapporto uomo-natura con l’intenzione di portare in superficie le concrete esigenze dell’uomo contemporaneo di ristabilire un contatto intimo e profondo con quella che è la propria identità d’origine, reale, scevra da sovrastrutture dettate dagli schemi della società.

“Timeless signs” è il nome dell’allestimento realizzato da Zeroottouno: si tratta di segni ricavati da elementi naturali, “segmenti di tempo”, che vanno a creare, in simbiosi con l’utilizzo del materiale, una forma di scrittura universale che sembra appartenere a tutti da sempre e, allo stesso tempo, sembra essere fragile come ciò che siamo.

“Materia – affermano Rizzuti, Negro e Guerrisi – crea sinergie tra professioni e professionisti in cui la visione artistica fa da legante, restituendo chiavi di lettura inaspettate. Queste operazioni sono fondamentali per far crescere la nostra regione e siamo orgogliosi di esserne parte integrante.”
Le esposizioni all’Ex-Stac potranno essere visitate: giovedì 19 dalle ore 18.30 alle ore alle ore 21; venerdì 20, sabato 21 e domenica 22 dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 21.
Sabato 21, alle ore 10, gli artisti incontreranno all’Ex-Stac il pubblico e i giovani designer selezionati per la Call di Materia e racconteranno la loro arte.


Leggi anche...



News Lamezia e lametino
Lamezia Terme. Tredicina di Sant’Antonio:...

Ringraziamo di cuore i fedeli che, con senso di responsabilità, attraverso le prenotazioni...


News
Malati cronici del lametino: «Ambulatori ospedale...

Non basta non riuscire ancora oggi a prenotare una visita in ospedale se non urgente. Non...


News
Il successo di BidiBee, l’app per gli...

Molte volte si parla di differenze tra nord e sud, e alcune volte queste differenze sono tali...


News Lamezia e lametino
Lamezia Terme. Milena Liotta: «Si metta in campo...

In un momento di fortissima crisi economica, con il rischio che interi segmenti di società...