santa-lucia
13 dicembre 2021

Copertina

Aspettando Natale: la leggenda dell’asinello di Santa Lucia


Tanto, tanto tempo fa una ragazza buona e bella di nome Lucia lasciò la Terra e arrivò in Cielo. La giovane, che era una Santa, si trovò subito bene in quel posto bellissimo, dal cielo sempre azzurro e infiniti prati verdi costellati di fiori e venne accolta con tanto affetto dagli altri Santi, in particolare da San Pietro.

Santa Lucia trascorreva le sue giornate a passeggiare sulle nuvolette e tra gli splendidi prati ma, pian piano, cominciò a diventare triste e malinconica. Il vecchio San Pietro se ne accorse e, un po’ preooccupato, toccandosi la lunga barba bianca, le chiese cos’avesse e lei rispose: “Sono preoccupata per i bambini che ho lasciato sulla Terra, soprattutto i più poveri e bisognosi”.

San Pietro sorridendo le diede una piccola chiave d’oro dicendo: “Con questa chiave aprirai una porticina e potrai vedere i bambini sulla Terra”. Lucia guardò ma quello che vide la fece diventare ancora più triste e scoppiò in pianto disperato: tanti bambini erano poveri e affamati, senza nulla per riscaldarsi e nessun giocattolo per giocare. San Pietro allora le diede un’altra chiave con questa aprirai un’altra porta nello spazio disse. Santa Lucia aprì e vide una montagna di dolci, coperte, caldi vestiti e giocattoli di ogni genere. “Sono le cose che i bambini ricchi e viziati non vogliono più”, disse San Pietro, “se vuoi puoi prenderle tutte e consegnarle ai bambini poveri, ma ricorda che puoi farlo solo stanotte”.

San Pietro vide che il lavoro era troppo pesante per Santa Lucia, allora chiamò un ragazzo giovane e robusto di nome Castaldo per aiutarla e procurò anche un bel carretto di legno che presto fu carico dei doni da portare ai bimbi sulla Terra. “Sono pronta”, disse Lucia. “Si, ma chi tirerà il carro?” rispose Castaldo. San Pietro, Lucia e Castaldo si misero subito a cercare qualcuno disposto a tirare il carretto e si rivolsero a tutti gli amici animali che incontrarono in giro.

“Gatto, vuoi aiutarci stanotte a portare i doni ai bambini poveri?”

“Verrei volentieri, ma sono piccolo e non ce la faccio a tirare il carretto. Chiedete al cane.”

“Cane, vuoi venire ad aiutarci a portare i doni ai bambini poveri?”

“Verrei volentieri, ma sono il migliore amico dell’uomo e perciò devo stare accanto a lui. Chiedete al bue”

“Bue, vuoi venire ad aiutarci a portare i doni ai bambini poveri?”

“Verrei volentieri, ma sono lento e non riusciremmo mai a consegnare tutti i regali in una sola notte. Chiedete al cavallo”

“Cavallo, vuoi venire ad aiutarci a portare i doni ai bambini poveri?”

“Verrei volentieri, ma il carro per me è troppo pesante e non riuscirei mai a trainarlo”

Nessuno voleva trainare il carretto. Sconsolata, Santa Lucia cominciò a piangere. Non c’era più molto tempo, come avrebbero fatto a consegnare i doni? E tutti i bambini sarebbero rimasti tristi e al gelo per chissà quanto tempo ancora?

Ma proprio in quel momento si sentì un “Hi-ho, hi-ho, hi-ho”.

San Pietro, Lucia e Castaldo si girarono e videro un bell’asinello che disse: “Vengo io con voi a consegnare i regali ai bambini! Sono abbastanza forte da trainare il carretto e abbastanza veloce da fare il giro in una sola notte”.

Lucia cominciò a saltellare per la gioia e abbracciò l’asinello. Fu così che, da quella notte, Santa Lucia, Castaldo e il fido asinello tutti gli anni passano a portare giocattoli e dolcetti ai bambini buoni”. E da allora la sera del 12 dicembre si usa lasciare sulla finestra cibo e acqua per l’asinello di Santa Lucia, il più umile e generoso degli animali che non si sottrae mai a nessun lavoro.

Annamaria Persico


Leggi anche...



News
Omicron 5, Pregliasco: “Picco contagi a...

Picco di contagi da Omicron 5 a fine luglio e poi una nuova variante covid in autunno-inverno....


News
Taranto 2026, Tizzano: “Vogliamo che siano i...

“Abbiamo una grande sfida davanti a noi, finiamo questi Giochi al meglio per iniziare subito...


News
Mondiali di nuoto, Giulia Gabrielleschi bronzo...

Giulia Gabrielleschi vince la medaglia di bronzo nella 5 km in acque libere ai campionati del...


News
Omicron 5, virologi: “Virus più contagioso...

Sars-CoV-2, nella 'versione' Omicron 5, "forse oggi può essere considerato il virus più...