Politica

Catanzaronelcuore. Agenzia Entrate, Ispettorato Lavoro, Accademia, Corsi universitari: il centro storico ne sia il contenitore


Accogliamo con soddisfazione quanto dichiarato dal direttore regionale dell’Agenzia delle Entrate, Pasquale Stellacci, il quale esclude qualsiasi ipotesi di trasferire la sede della direzione regionale. Questo, infatti, era un rischio paventato nelle scorse settimane e messo in luce dalla Uilpa Calabria con una nota nella quale, nel dettaglio, si esprimeva il timore che la direzione regionale fosse in procinto di trasferirsi dall’attuale edificio di proprietà dell’Agenzia sito in Via Lombardi presso un altro edificio, verosimilmente in fitto, situato nella zona di Giovino; il tutto per «creare spazio» e consentire lo spostamento dell’ufficio ex Catasto, oggi Agenzia del Territorio, da Piazza Le Pera a Via Lombardi.

Insomma, movimenti di strutture un po’ incomprensibili laddove si pensi che il moderno palazzo di Via Lombardi sembra godere degli spazi necessari per soddisfare la riorganizzazione logistica cui occorre far fronte. Comunque sia, prendiamo favorevolmente atto che il dottor Stellacci abbia rassicurato il sindaco Sergio Abramo non solo circa la permanenza in città della Direzione regionale – e ci mancherebbe altro! – ma che la stessa debba garantirsi un’allocazione nel centro storico. Una dichiarazione che reputiamo importante in momento come questo nel quale la parte antica del capoluogo subisce un’angosciante desertificazione.

Purtroppo, però, un’altra vicenda reclama chiarezza e ancora una volta si tratta di un ufficio situato nel centro storico ed in predicato di essere dirottato altrove: si tratta dell’Ispettorato provinciale del Lavoro di Via Acri che, sembrerebbe, sia nell’imminenza di essere dirottato in Via Molè presso un immobile di proprietà privata!

Sarebbe il caso che il sindaco Abramo si interfacciasse anche con gli attori di quest’altra situazione per verificarne le dinamiche e giungere ad una conclusione equa per la città. Inoltre occorre sottolineare che un nuovissimo ente, la neonata Agenzia regionale unica per le Ispezioni sul lavoro, pare non sarà ubicata nel capoluogo di regione! Sarebbe un’anomalia, non sarebbe nemmeno la prima in Calabria, ma non per questo bisogna minimizzare o assuefarsi; al contrario è urgente chiedere lumi al Ministero competente affinché si rispetti il requisito richiesto per tale realizzando presidio, ossia la sua prossimità con le direzioni regionali Inail e Inps, dovendo questi enti lavorare in stretto contatto.

In attesa dunque di seguire gli sviluppi di tutte queste vicende, cogliamo l’occasione per sottolineare una volta di più quanto sia strategico mantenere nel centro storico cittadino alcune funzioni, che talvolta si palesano anche nella presenza e nel prestigio di determinati uffici. Perciò bene ha fatto e farà il sindaco ad incontrare ed interloquire sistematicamente con i vertici di enti e uffici di valenza regionale e nazionale, in modo da poter mettere in campo azioni rientranti in una più ampia prospettiva che, salvaguardando le prerogative del capoluogo, dia conto delle vocazioni territoriali e ridefinisca, in particolare, il ruolo della città vecchia.

A tal proposito occorre avere un occhio di riguardo rispetto ad un’allocazione più consona per l’Accademia delle Belle Arti e per i corsi universitari che si sta tentando di impiantare in centro, e fra questi speriamo ci sia anche il nuovo corso di Psicologia che partirà il prossimo anno accademico.
Movimento Civico Indipendente «Catanzaronelcuore»


Leggi anche...



News
Arriva l’autunno: curiosità e tradizioni...

Arriva l'autunno: oggi 23 settembre 2019, precisamente alle 9.50 ora italiana, la linea...


News
Barometro Politico: la Lega perde 4 punti, M5S...

L’Istituto Demopolis ha misurato il peso delle forze politiche dopo la formazione del nuovo...


News Lamezia e lametino
Amministrative Lamezia. Milena Liotta: «Su lista...

Sulla lista unica a sostegno di un sindaco non ci sono consensi tra i candidati o tra i...


News Calabria
STATALE 106: SPIRATO DOPO UN MESE DI AGONIA ILARIO...

Non ce l’ha fatta Ilario Ierinò, l’ottantatreenne residente a Roma, nel quartiere...