ospedale-lamezia-07-04-2018
5 aprile 2020

News

CENTRO REGIONALE COVID A LAMEZIA TERME: LA PROPOSTA INVIATA ALLA REGIONE


di Cesare Perri
PREMESSA. In una regione frastagliata come la nostra, è unica la centralità geografica e delle vie di comunicazione dell’ospedale lametino (prossimo all’aeroporto e dotato di eliporto).

Una proposta che scevra da qualsiasi distorsione campanilistica, mira anzi a rimettere a disposizione dell’intera comunità regionale un bene pubblico ora sottoutilizzato.

INTRODUZIONE

Ammesso che la diffusione del virus resti in Calabria, relativamente contenuta e tale che i Servizi sanitari ‘COVID’ già attivati o di prossima attivazione o potenziamento siano sufficienti a gestire l’attuale fase emergenziale e quella immediatamente successiva, tutti gli epidemiologi convergono sulla ipotesi che la malattia resterà a lungo sotto traccia (endemica) fino alla scoperta e diffusione del vaccino e di adeguate terapie farmacologiche. E comunque il virus o le sue mutazioni incomberanno sulla salute dei cittadini per un periodo lungo e ora non definibile mentre nuovi virus stanno sempre in agguato.

Ecco perché l’attivazione di un Centro Regionale COVID, a tutti gli effetti un autonomo ‘piccolo’ ospedale, altamente specializzato, rappresenterebbe anche in futuro una opportunità per tutta la regione e comporterebbe un consistente rafforzamento dell’intero presidio ospedaliero lametino.

Restituirebbe agli ospedali la loro funzione più generale e ‘ordinaria’ riducendo anche il timore delle persone (utenti e familiari) di rivolgersi senza per le altre patologia, come ora sta avvenendo, con il rischio del loro aggravamento. Per esempio, va tenuto presente che l’utilizzo di sale operatorie, apparecchiature radiodiagnostiche per pazienti positivi o sospettati come tali, blocca e rallenta tutte le altre prestazioni per le successive e obbligatorie misure di di disinfezione. Lo stesso in per una dialisi, una visita oculistica o otorinolaringoiatrica, ecc.

Si ribadisce che anche in Calabria il virus si diffonderà in forma quanto meno endemica e, mentre in tempi brevi il Centro può essere utilizzato per le emergenze in futuro una sua parte potrà essere destinata per la gestione ‘continuativa’ della patologia e delle sue complicanze, specie polmonari, che richiederanno anni di attenzione e di interventi curativi e riabilitativi.

Di pari passo dovranno essere potenziate tutte le unità operative ospedaliere (esistenti o da attivare) a supporto del Centro, con benefici quindi anche per gli altri malati e senza che essi rischino alcun contagio.

Preciso che la mia è una programmazione di massima essendo un medico psichiatra, anche se sono stato Direttore di un Dipartimento di salute mentale e con esperienze gestionali e organizzative a livello locale e regionale (sul WEB il mio curriculum). Mi scuso pertanto per le imperfezioni, le omissioni e gli errori. Dunque rinvio ad una organizzazione definitiva che dovrà essere attuata con il ricorso a specifiche professionalità altamente qualificate e pluridisciplinari.

TRACCE PROGETTUALI(bozza)

LA STRUTTURA

Nel complesso del presidio ospedaliero di Lamezia, si trova l’edificio degli uffici amministrativi con annessi alcuni servizi sanitari. Molti locali sono ormai semivuoti. Si tratta di un edificio completamente autonomo dalla struttura per la degenza e dalla c.d. ‘piastra’, dove è allocato il Pronto Soccorso. E’ diviso in due blocchi intercomunicanti solo tramite un sotterraneo (possono essere attivati in momenti successivi), con la disponibilità di un centinaio di stanze (alcune assai ampie) su tre piani (uno seminterrato) e di oltre 6000 mq. Inoltre i vasti spazi esterni ben si prestano a percorsi separati. Una rampa accessibile per le ambulanze permette di accedere agli spazi seminterrati. Le condizioni dello stabile all’interno come all’esterno sono ottime con efficaci vie di fuga anche in caso di un sisma.

Le attività esistenti possono essere traslocate in pochi giorni nel complesso principale o nel vecchio ospedale di colle Sant’Antonio iniziando con l’attivare la metà dell’edifico esposta a Sud.

Per la sua posizione indipendente, l’edificio ben si presta ad essere riconvertito in un CENTRO REGIONALE “COVID -19-”, messo in rete con tutti gli altri presidi della Calabria e con un proprio Pronto Soccorso specializzato (è sufficiente all’ingresso principale sostituire pochi gradini con una rampa per accedere direttamente ad corridoi e locali di varie dimensioni).

SERVIZI E PRESTAZIONI

Sono da attivare all’interno della struttura ma integrandoli operativamente con i servizi e gli operatori del presidio ospedaliero di Lamezia ma, pure, con altri forniti dagli altri presidi ospedalieri e universitari con la flessibilità richiesta dalla diffusione maggiore o minore del virus.

In tal senso la Regione potrebbe individuare uno specifico coordinamento sanitario (Dipartimento per il COVID 19) tra i vari centri COVID e in collegamento con la Protezione Civile.

Il centro viene riconosciuto come STRUTTURA COMPLESSA con un Direttore all’ interno di uno specifico Dipartimento per il COVID (provinciale? Regionale?)

I servizi sotto accennati (con i relativi operatori) inizialmente non vanno intesi come unità operative stabili ma funzionali o con una strutturazione quali-quantitativa da determinare secondo le future e reali necessità, tranne quella del Pronto Soccorso che viene costituita fin dall’avvio del Centro.

1) MISURE DI SICUREZZA INDIVIDUALI E COLLETTIVE al massimo livello(Disinfezione automatica degli abienti , tute ermetiche ecc, adeguato distanziamento e separazione dei letti di degenza, ecc.)

2)PRONTO SOCCORSO (equipe propria e stabile h. 24)

3)ANESTESIA E RIANIMAZIONE

4)TERAPIA INTENSIVA

5)TERAPIA SUB INTENSIVA

6)RADIODIAGNOSTICA COMPLETA E RADIOLOGIA

7)PNEUMOLOGIA (attrezzata per la riabilitazione respiratoria)

SALA OPERATORIA MULTIDISCIPLINARE

9) LOCALI ATTREZZATI PER L’ORTOPEDIA E LA TRAUMATOLOGIA

10)MALATTIE INFETTIVE

11) LOCALI PER PRESTAZIONI AMBULATORIALI MULTIDISCIPLINARI

12) LOCALI PER DEGENZE MULTIDISCIPLINARI (Patologia medica, chirurgica, ortopedica ecc.)

13) LOCALI ATTREZZATI PER L’ONCOLOGIA

14) LOCALI ATTREZZATI PER LA DIALISI

15) LOCALI PER INTERVENTI PSICHIATRICI E PSICOLOGICI

16) AMBIENTI PER ASSISTENZA SOCIO_SANITARIA (residenziale e semiresidenziale) attrezzati per assistere pazienti con sintomi lievi o in quarantena, particolarmente fragili sul piano sociale, soli, o in abitazioni malandate).

17) DISPONIBILITA’ DI UNITA’ operative per l’ASSISTENZA DOMICILIARE

18) SERVIZIO SOCIALE

19) ACCOGLIENZA (compresa di numero verde)

20) AMBULANZE ATTREZZATE

21) ALTRO ??? (da individuare)

————–

Nell’OSPEDALE ‘GENERALE’

va garantita la piena dotazione organica dei vari servizi (tecnici, di supporto) e di tutte le unità operative, tali da far fronte alle richieste emergenziali del centro..

Vanno attivati o potenziati in esso le Unità operative complesse di:

a) ANATOMIA E ISTOLOGIA PATOLOGICA (*)

b) MICROBIOLOGIA E VIROLOGIA (*)(

c) LABORATORI DI ANALISI (*)

d) FARMACIA

6) ALTRO ???

—————

(*) Con l’utilizzo di ambienti protetti e attrezzature specifiche anche all’interno del Centro Covid.

N. B : la mia proposta del 18.3 2020 (nella forma originaria di LETTERA APERTA al Governatore della Regione Calabria) è stata approvata alla unanimità dal Consiglio Comunale di Lamezia il 23.3.2020 ed è oggetto di 2 petizioni popolari con moltissime adesioni.
La proposta è stata inviata al dott. Biamonte dgtutelasalute@regione.calabria.it e per suo tramite al Governatore della Regione Calabria la proposta dettagliata.


Leggi anche...



News Calabria
Aggressioni negli ospedali calabresi: SUL scrive...

Gentile on. Presidente, come riportato anche dalla stampa, con la fine del periodo di...


News Calabria
Palermiti. L’ex sindaco Lomanni non ha, ad oggi,...

Nei giorni pregressi ed anche in data odierna è stata data notizia di un sequestro operato...


News Calabria
PARCHI AVVENTURA CALABRESI: “FATECI RIAPRIRE...

La governatrice della Calabria il 29 aprile scorso, con un'ordinanza che anticipava di alcuni...


News Calabria
Rubati mezzi agricoli alla comunità ‘La Casa del...

Apprendere della notizia del furto dei mezzi agricoli nella de della comunità terapeutica...