306665809_10223286349999892_150164004589081628_n
5 ottobre 2022

News cultura, spettacolo, eventi e sport

Consegnato a Roma il Premio Speciale Andrea Camilleri ad Antonio Cannone per il libro “aMalavita”


Consegnato a Roma il Premio Speciale “Andrea Camilleri” al giornalista e scrittore lametino Antonio Cannone per l’ultimo suo romanzo “aMalavita”, nell’ambito del Concorso nazionale letterario “Artisti” per Peppino Impastato. “Un pomeriggio di grandi emozioni – ha commentato Cannone – in ricordo di due figure significative e importanti del nostro tempo. Impastato per aver sacrificato la vita denunciando i soprusi della mafia, e Camilleri per la fama dei suoi romanzi che ormai fanno parte del nostro vissuto e hanno lasciato un’impronta indelebile nella letteratura italiana e non solo. Sono grato alla giuria del premio presieduta da Michele Cucuzza e a quanti hanno creduto nel mio libro che ripercorre vicende legate al nostro territorio”.

“aMalavita” è un romanzo di formazione che offre una chiave di lettura socio-antropologica della Calabria e mette in evidenza uno spaccato sociale a forti tinte ma che ha in seno anche amore e speranza di riscatto.

Il nuovo libro di Cannone continua a riscuotere notevoli consensi e, oltre al Premio “Camilleri”, e ai riconoscimenti precedenti, è arrivato in finale al Concorso Letterario nazionale Argentario 2022 che si terrà il prossimo 15 ottobre a Porto Ercole in provincia di Grosseto.

 


Leggi anche...



News
Ucraina, il messaggio di Zelensky alla Russia

“Stiamo preparando contromisure, ancora più potenti di quelle attuali”. Il presidente...


News
Francia si prepara a possibili stop di energia per...

Il governo francese ha iniziato a prepararsi concretamente a possibili interruzioni delle...


News
Mondiali 2022, Argentina e Polonia agli ottavi di finale

L'Argentina batte la Polonia per 2-0 nel match valido per la terza giornata del Gruppo C dei...


News
Frana Ischia, Meloni posta foto poliziotto...

"Da Casamicciola (Ischia) una foto che trasmette speranza, simbolo del grande lavoro dei tanti...