imagen-lactoseintolerance1
11 marzo 2018

Salute, benessere & ambiente

Da ENEA e Granarolo nasce il latte «per tutti»


Dalla collaborazione tra ENEA e Gruppo Granarolo, uno dei principali player dell’agroalimentare italiano, è nato G+, il latte facilmente digeribile senza lattosio e con il 30% di zuccheri in meno rispetto a quello intero.

Questo prodotto innovativo, appena arrivato sugli scaffali della grande distribuzione, è stato realizzato grazie a un processo di produzione brevettato da ENEA e Granarolo, basato su un sistema di filtrazione, che scompone il lattosio in glucosio e galattosio e separa le diverse componenti per ottenere un latte a basso contenuto di zuccheri.

«Per dare al latte queste caratteristiche di alta digeribilità e basso contenuto di zuccheri, abbiamo utilizzato tecnologie di filtrazione tangenziale a membrana, sistemi innovativi che agiscono per via meccanica, senza impiego di solventi o reagenti e permettono di conservare i principi attivi del latte», spiega Roberto Balducchi, responsabile del laboratorio ENEA di Bioprodotti e bioprocessi.

«Non a caso», prosegue Balducchi «queste tecnologie vengono chiamate anche mild tecnologies, perché, quando vengono utilizzate per la conservazione e la trasformazione degli alimenti, non intaccano il loro valore nutrizionale».

Per saperne di più: http://www.enea.it/it/Stampa/news/alimentazione-da-ricerca-enea-e-granarolo-nasce-il-latte-per-tutti/


Leggi anche...



Cultura, eventi e spettacoli
Arrivederci Trame! Savatteri: «Lamezia Terme...

Oltre 15 mila presenze di pubblico, 80 ospiti provenienti da tutto il mondo, 24 libri...


News Lamezia e dintorni
Curinga: al via i lavori di manutenzione delle...

Sono iniziati i lavori di manutenzione ordinaria e di sfalcio dell’erba delle strade...


News
Cattedrale di Catanzaro, Oliverio scrive al...

Il presidente della Regione Calabria Mario Oliverio, in relazione ai lavori della cattedrale...


News
Risultati amministrative 2018: M5S in stallo, Pd...

Nel secondo turno delle amministrative di ieri 24 giugno sono stati chiamati alle urne 2,8...