body_rifugiati-torino-secondo-welfare
19 giugno 2017

Attualità

Giornata Mondiale del Rifugiato: culture, storie, volti e racconti a Lamezia Terme dal 19 al 21 giugno


Nei giorni 19, 20 e 21 giugno, tra Lamezia Terme, Cortale, Miglierina e Falerna si festeggerà La Giornata Mondiale del Rifugiato, un appuntamento istituito oltre quindici anni fa dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite e celebrato, ovunque nel mondo, il 20 giugno dall’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR).

La ricorrenza annuale, costituisce un momento simbolico significativo che ha come obiettivo generale la sensibilizzazione dell’opinione pubblica sul dramma vissuto da milioni di persone, costrette quotidianamente a lasciare il loro paese di origine a causa di violenze e persecuzioni. Con la Giornata Mondiale del Rifugiato, l’UNHCR vuole invitare il pubblico a una riflessione su una crisi senza precedenti che oggi coinvolge oltre 65 milioni di persone nel mondo, il numero più alto mai registrato dalla seconda guerra mondiale ma, soprattutto, vuole sottolineare che dietro ogni migrante c’è una storia che merita di essere raccontata e ascoltata.

La tre giorni della manifestazione, organizzata dagli enti gestori dei vari progetti Sprar (Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati) attivati nei comuni del lametino, sarà ricca di appuntamenti, eventi ed iniziative sociali, culturali, di confronto. L’inaugurazione è prevista il 19 giugno alle ore 19, in Piazzetta San Domenico di Lamezia Terme, con il Villaggio delle Culture, nel quale saranno protagonisti stand e gazebo, giochi, cibi, canti e tradizioni culturali differenti, rappresentativi della Costa d’Avorio, Gambia, Nigeria, Siria e Somalia. La serata si concluderà con la proiezione di un docufilm risultato del progetto territoriale Migramondo e con il concerto dei Kidida, gruppo etno folk calabrese.

Il 20 Giugno l’appuntamento è previsto in contemporanea nei comuni di Cortale, Falerna e Miglierina con feste, giochi, tradizioni, laboratori di cucina e laboratori artigianali, momenti sportivi e riflessioni sociali e politiche.

Il 21 Giugno, presso il Teatro Grandinetti, alle ore 22,30, con la collaborazione di Trame festival e Teatro delle Albe di Ravenna andrà in scena Il signor di Pourceaugnac, ispirato a Moliere. Lo spettacolo è realizzato dalla Compagnia Teatrale Capusutta con l’Associazione La Strada, la comunità di accoglienza per i minori migranti Luna Rossa e la compagnia Punta Corsara.

Il programma della Giornata Mondiale del Rifugiato quest’anno intende dare visibilità alle espressioni di solidarietà verso i rifugiati, amplificando la voce di chi accoglie e rafforzando l’incontro tra le comunità locali e i rifugiati ed i richiedenti asilo. Gli appuntamenti, inoltre, tendono ad evidenziare e a mettere in risalto un modello di accoglienza diffusa, portato avanti dalle organizzazioni di terzo settore, coinvolti a rete nei progetti Sprar, tra cui, oltre ai comuni capofila, Progetto Sud, Arci, CNCA, l’Associazione Mago Merlino e le cooperative sociali Il Delta e Inrete.


Leggi anche...



Food Focus
Natale in Calabria: la ricetta delle crocette...

Palloni di fichi, miele di fichi, crocette e fichi secchi come ripieno di tante specialità: i...


News Lamezia e dintorni
Diocesi di Lamezia Terme: il lavoro al centro del...

Un lavoro libero, creativo, partecipativo, solidale. Il tema della quarantottesima settimana...


News Calabria
Commissione regionale dello Sport, nominato il...

Francesco Scagliola è stato nominato dalla Giunta Regionale della Calabria, con delibera n°...


Cultura
Pentedattilo Film Festival: chiusura da favola con...

Una chiusura da favola per il Pentedattilo Film Festival: è proprio il caso di dirlo, visto...