DSC05725
19 marzo 2016

Copertina

I riti della Settimana Santa


Con la Domenica delle Palme avranno inizio anche nella Chiesa di Lamezia Terme i riti della Settimana Santa, durante la quale saranno ricordati gli ultimi momenti della vita terrena di Gesù e celebrato l’evento culmine della fede cristiana: la Passione, la Morte e la Resurrezione di Cristo.

Domenica 20 marzo, Domenica delle Palme, il Vescovo Luigi Cantafora presiederà la celebrazione che rievoca l’ingresso di Gesù a Gerusalemme: alle 10.30 le comunità parrocchiali del centro storico di Nicastro si ritroveranno nei pressi della Chiesa di Santa Maria Maggiore e, dopo il rito della benedizione delle palme e dei ramoscelli d’ulivo, si procederà in processione verso la Cattedrale dove il Vescovo celebrerà la Santa Messa con la lettura della Passione del Signore. Nella mattinata di domenica prossima, nelle singole parrocchie del centro di Nicastro non ci saranno celebrazioni solenni per partecipare alla funzione in Cattedrale.

Giovedì 24 marzo,  i riti del giovedì santo inizieranno con la Messa Crismale in Cattedrale alle 10 presieduta dal Vescovo con il clero diocesano e religioso: nel corso della celebrazione i presbiteri della diocesi lametina rinnoveranno le loro promesse sacerdotali e saranno benedetti i gli oli santi usati dalla Chiesa nei sacramenti. Alle 19 di giovedì il Vescovo presiederà la S. Messa in Coena Domini, con la rievocazione dell’ultima cena del Signore e il rito della lavanda dei piedi. Dopo la celebrazione, in tutte le Chiese della Diocesi sarà allestito l’Altare della Reposizione dando la possibilità ai fedeli di vivere momenti di preghiera personali e comunitari.

Venerdì 25 marzo, venerdì santo,  il Vescovo presiederà la celebrazione della Passione del Signore in Cattedrale alle 18 e a seguire la processione e il rito della Via Crucis su Corso Numistrano. Quest’anno la Via Crucis cittadina sarà segnata dalla presenza della Croce di Lampedusa, realizzata con i relitti dei barconi carichi di migranti giunti sulle coste di Lampedusa e benedetta da Papa Francesco. Le meditazioni saranno scritte dalle associazioni cittadine che ogni giorno svolgono servizio  accanto agli ultimi nella nostra città.

Sabato 26 marzo, il Vescovo celebrerà la Veglia Pasquale in Cattedrale che avrà inizio alle 22, con i riti pasquali del fuoco nuovo e del lucernario e la liturgia battesimale.

Domenica 27 marzo, il Vescovo presiederà il Pontificale della Pasqua di Resurrezione alle 11 in Cattedrale.

Nel contesto del Giubileo della Misericordia, «la Pasqua ci ricorda», scrive Papa Francesco «che nella morte e risurrezione di Gesù Cristo, Dio rende evidente questo suo amore che giunge fino a distruggere il peccato degli uomini. Lasciarsi riconciliare con Dio è possibile attraverso il mistero pasquale e la mediazione della Chiesa. Dio quindi è sempre disponibile al perdono e non si stanca mai di offrirlo in maniera sempre nuova e inaspettata».


Leggi anche...



News
Trump torna e attacca: “Biden un disastro”

(Adnkronos) "Vi manco già? Biden ha iniziato in modo disastroso". Donald Trump si presenta...


News
Milan espugna l’Olimpico, 2-1 alla Roma

(Adnkronos) Dopo due sconfitte consecutive in campionato contro Spezia e Inter, il Milan...


News
Nuovo Dpcm, Bonaccini: “Ipotesi scuola chiusa...

(Adnkronos) "La situazione nella scuole è complicata. Una delle novità dovrebbe essere...


News
Di Maio: “M5s scriverà il futuro del Paese”

(Adnkronos) "Sono anni che ci danno per morti, sbagliando. Il MoVimento 5 Stelle non solo...