depositphotos_6301020_m-810x450
30 novembre 2017

Vetrine

La tosse principale malanno di stagione: come riconoscerla


Con l’arrivo della stagione invernale giungono anche i primi malanni. La tosse è considerata uno dei disturbi più frequenti e allo stesso tempo tra i più fastidiosi. In pochi sanno che in realtà la tosse può essere un avvisaglia di oltre 100 differenti patologie.

Le cause che fanno scatenare la tosse possono essere numerose, i primi freddi, le allergie, gli sbalzi climatici, l’inalazione di sostanze chimiche o anche essere il riflesso di patologie come ad esempio asma, ma soprattutto infezioni dell’apparato respiratorio dovute a batteri o virus.

NeoBorocillina, brand di automedicazione per il trattamento dei sintomi della patologie invernali, fornisce un approfondimento per poter capire da soli se si è affetti da tosse grassa, tosse secca e come comportarsi in tali circostanze.

Iniziamo a parlare della tosse secca definita anche stizzosa o improduttiva. Nella maggior parte dei casi quando si è affetti da tale patologia vi è assenza di catarro, ma l’irritazione delle mucose comporta l’insorgere dello stimolo.

Un rimedio per eliminare sin dai primi momenti il fastidio è l’assunzione di sedativi per la tosse che consentono di lenire l’infiammazione.

Situazione diversa è quando siamo in presenza della tosse grassa, facilmente riconoscibile, perché si presenta con muchi il più delle volte molto densi.

Il rimedio in questo caso è l’utilizzo di mucolitici per consentire una facile e veloce eliminazione del catarro.

Se dopo circa tre settimane la tosse persiste ancora allora la patologie prendere il nome di tosse cronica e può essere considerata l’avvisaglia di una malattia più grave ad esempio a carico dei bronchi.

Se da un lato è vero che la tosse è tra le patologie invernali più diffuse dall’altro lato è possibile prestare attenzione ad alcuni piccoli accorgimenti per evitare o ridurre la possibilità di ammalarsi.

Tra i consigli più comuni vi è quello di prestare la massima attenzione all’igiene. Ricordasi di lavare bene le mani con il sapone prima di mangiare o bere, in modo da eliminare possibili germi dalle mani.

Altro aspetto a cui prestare attenzione è far aerare bene l’ambiente di lavoro e gli ambienti della casa dove si trascorrono la maggior parte delle ore. Infine ricordate di bere tanto perché è importante per il corpo e per mantenere idratate le mucose del cavo orale.


Leggi anche...



News
Lamezia Terme. Piccioni (LBC): «Persone positive...

La chiusura per sanificazione di alcune importanti strutture pubbliche della nostra città, il...


News
COVID. Il Coordinamento Docenti Diritti umani...

Il Coordinamento Nazionale dei Docenti della disciplina dei Diritti Umani, a meno di 24 ore...


News
COVID: i numeri fanno paura. Dopo la Campania,...

Dopo la Campania, è coprifuoco anche in Lombardia e Lazio, che saranno seguite probabilmente...


News Calabria
Congresso regionale UNCEM a Sellia: Mazzei...

Vincenzo Mazzei resta alla guida dell’UNCEM Calabria: è quanto deliberato dal congresso...