laboratorio-ceramica-2
6 giugno 2019

News

Lamezia Terme. Verso la conclusione il progetto «Andare per musei, siti e botteghe» degli studenti del Campanella


Verso la conclusione il progetto di alternanza scuola –lavoro “Andare per musei, siti e botteghe”, ideato e realizzato dal liceo Campanella di Lamezia Terme, in collaborazione con il Museo Diocesano lametino, le associazione Aleph Arte e Ceramica Concreta.
Due i percorsi del progetto, nell’ambito dei PON finanziati con fondi della programmazione europea, che ha visto coinvolti gli studenti della III E dell’indirizzo scienze umane guidati dalla docente Concetta Leone.

La prima parte del progetto, dal titolo “Che santo è?”, per la durata di quarantacinque ore, ha visto gli studenti impegnati nel museo diocesano, nell’archivio e nella biblioteca. Qui gli studenti hanno seguito il corso tenuto dal direttore del museo diocesano Paolo Francesco Emanuele, che ha fatto scoprire ai ragazzi le straordinarie ricchezze del museo della Chiesa lametina, le iconografie e i simboli dei santi raffigurati nelle opere custodite nel museo, con una tappa anche alla storica Chiesa di San Domenico su Corso Numistrano guidati dal parroco don Antonio Brando. Attraverso una mostra di fumetti manga, allestita nell’oratorio della parrocchia di San Domenico, gli studenti del Campanella hanno insegnato ai bambini e ai ragazzi del catechismo a riconoscere i simboli e le iconografie dei Santi raffigurati nelle opere del museo lametino, con gli strumenti del gioco e della conversazione interattiva, utilizzando un linguaggio semplice e coinvolgente.

Nella seconda parte del progetto, della durata di quarantacinque ore, gli studenti, guidati da Maria Graziella Cantafio e Antonio Pujia, hanno “messo le mani in pasta”: nel laboratorio di ceramica dell’associazione, hanno appreso e messo in pratica alcune delle principali tecniche di lavorazione della ceramica, realizzando vasi, piatti e oggetti vari che saranno esposti in una mostra in programma domani 6 giugno a partire dalle 15 nell’auditorium dell’istituto. In particolare, nei lavori realizzati, gli studenti hanno applicato la tecnica della decorazione a “graffito”, tipica del periodo medievale e bizantino. Tappa conclusiva del progetto, sabato prossimo con la visita a Matera, capitale della cultura 2019, e un approfondimento sulla storia della ceramica.
“Un ritorno al passato, attraverso la riscoperta del patrimonio artistico, del valore della lavorazione manuale, ma anche un’occasione per i nostri studenti per considerare le opportunità professionali e occupazioni di oggi attingendo alla storia, all’arte e alle produzioni locali del nostro territorio”, spiega la docente referente del progetto Concetta Leone. Per il dirigente Giovanni Martello “il buon esito del progetto e il coinvolgimento degli studenti, nonché la relazione con la Diocesi e realtà culturali importanti della città, dimostra il buon uso dei fondi della programmazione europea da parte del nostro istituto”.


Leggi anche...



News Lamezia e lametino
Lamezia Terme e la vera storia di Sant’Eufemia

La Chiesa cattolica ricorda il 16 settembre Eufemia da Calcedonia, santa greca antica, giovane...


News
Scuola: quanto spendono gli italiani. Diminuisce...

Giunti ormai agli sgoccioli della fase finale delle vacanze estive, è arrivato il momento di...


News Lamezia e lametino
Lamezia Bene Comune: «Bene percorso “Costituente...

Prendiamo atto positivamente dell’avvio del percorso del Meet Up 5 Stelle lametino di una...


News Calabria
Greentour: Pentone aderisce all’iniziativa,...

Pentone aderisce al Greentour, l’iniziativa che arriva da Torino: in contemporanea con la...