Labbra Sensuali Bandiera Italia-Italy Flag Sensual Lips-Vector
28 febbraio 2019

Cultura, eventi e spettacoli

L’italiano si conferma la quarta lingua più studiata al mondo


Secondo una ricerca pubblicata da ‘Ethnologue’, che è una emanazione di SIL International sono evangelici, sede a Dallas mette le cose in chiaro: l’italiano è la quarta lingua più studiata al mondo. Dopo l’inglese, lo spagnolo, il cinese. Prima del francese.
La lingua italiana è la nostra identità, il nostro petrolio. All’estero conquista sempre più appassionati, merito soprattutto dell’ottantina di Istituti Italiani di Cultura che organizzano corsi di italiano in ogni angolo del globo. La nostra lingua è un tesoro che va custodito con cura.

Sono 2 milioni e 145mila gli studenti che in 115 paesi del mondo si applicano nella nostra lingua. In Europa però non va così bene. Nel proprio menù, infatti, i programmi scolastici propongono per lo più inglese, francese, tedesco e spagnolo. Europa matrigna, anche in questo caso.

Francesca Alderisi (Fi) presenta disegno di legge: otto per mille a sostegno di lingua e cultura italiana all’estero.
“Una misura a costo zero”, se verrà approvata “consentirà il finanziamento di progetti a sostegno dei centri di cultura italiana e delle scuole di italiano oltre confine”
“Una misura a costo zero per sostenere la diffusione della lingua e della cultura italiana e poter così corrispondere alla sempre crescente domanda di Italia proveniente da tutto il mondo”. Così la senatrice Francesca Alderisi (FI) – eletta nella Circoscrizione Estero, ripartizione Nord e Centro America – che ha depositato un disegno di legge in Senato finalizzato all’inserimento della “promozione della lingua e della cultura italiana all’estero” tra le finalità cui lo Stato destina i fondi di propria competenza provenienti dalla quota dell’8 per mille del gettito IRPEF.

La proposta, spiega Alderisi, se verrà approvata “consentirà il finanziamento di progetti a sostegno dei centri di cultura italiana e delle scuole di italiano oltre confine impegnate nella promozione internazionale dell’Italia e del suo straordinario patrimonio artistico e culturale. Azione che appare essenziale se si considera che, come rilevano recenti dati, la nostra lingua è la quarta più studiata al mondo; vi si avvicinano ogni anno oltre due milioni di studenti in più di 115 Paesi, agevolando l’integrazione dei “nuovi cittadini”, aprendo prospettive professionali e riunendo i legami con gli italiani residenti all’estero”.

Inoltre, la senatrice ha voluto sottolineare come tale iniziativa “non abbia soltanto una valenza culturale, perché incoraggiare lo studio dell’italiano significa valorizzare l’immagine dell’Italia, degli italiani e del Sistema Italia. “Chi studia italiano compra italiano”, promuovere la lingua e la cultura italiane all’estero significa anche promuovere il Made in Italy, con le conseguenti notevoli ricadute di carattere economico per il nostro Paese e per le imprese italiane che portano i loro prodotti sui mercati internazionali”.


Leggi anche...



News
Election day, italiani al voto. Seggi aperti per 46...

Oggi e domani sono chiamati alle urne per il referendum costituzionale 46.415.806 elettori, in...


News Calabria
Sanità. Il silenzio assordante della Regione sulla...

“E’ assurdo e inconcepibile il silenzio della Regione, e in particolare della Direzione...


News Lamezia e lametino
Maida. L’amministrazione comunale ha richiesto un...

LL’amministrazione comunale ha richiesto un milione di euro per la messa in sicurezza della...


News Calabria
TREBISACCE. MUNDO: «SBLOCCARE I FONDI E LE...

Il Sindaco di Trebisacce, Avv. Franco Mundo, ha scritto una missiva indirizzata al Quotidiano...