neve_autostrada
8 gennaio 2019

News

Meteo: peggioramento imminente, tornano gelo e neve


Tregua garantita all’Italia con l’alta pressione, che ha portato in questi giorni clima decisamente invernale, freddo ma soleggiato. Però tra oggi, 9 gennaio, e domani, ci saranno i primi segnali di cambiamento ma non saranno particolarmente importanti, almeno dal punto di vista termico. Fra mercoledì e giovedì invece, complice la formazione di un freddo vortice di bassa pressione, assisteremo ad un generale peggioramento del tempo ad iniziare dalla Sardegna e dalle zone tirreniche centro meridionali. Piogge e temporali saranno accompagnati da forti venti di Maestrale sulla Sardegna e da sud sulle regioni meridionali.

In seguito il vortice scenderà verso Sud e nel contempo contribuirà a richiamare verso l’Italia masse d’aria via via sempre più fredda. Si andrà così a creare una situazione molto simile a quella vissuta in questi giorni dove il freddo maltempo si andrà a concentrare, specie da Giovedì, sulle regioni adriatiche del Centro e su gran parte di quelle meridionali, ma in particolare sull’area ionica.

Piogge e temporali dunque, dopo aver interessato in un primo momento la Sardegna e la fascia tirrenica, andranno a colpire la l’area adriatica ed il Sud. Ma attenzione soprattutto ai venti freddi che faranno calare le temperature riportando la neve fino a quote molto basse sulle coste marchigiane, abruzzesi, molisane e fino a quelle della Puglia. A quote un po’ più alte invece sull’area meridionale e tirrenica della Calabria e sulle coste nord orientali della Sicilia. Rinforzano i venti da nord est su tutto il Paese con moto ondoso in forte aumento soprattutto sul medio e basso adriatico e Tirreno.Precipitazioni: da isolate a sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, nella seconda parte della giornata, su Marche centro-settentrionali, Umbria orientale e meridionale, Lazio, Abruzzo occidentale, Campania occidentale, Basilicata tirrenica, Puglia meridionale, Calabria centro-settentrionale tirrenica, Sicilia occidentale e meridionale e sulla Sardegna occidentale, con quantitativi cumulati generalmente deboli, fino a puntualmente moderati su Campania meridionale e Basilicata tirrenica.

Nevicate: su tutti i settori alpini di confine; al di sopra degli 800-1000 m sull’Appennino meridionale, con apporti al suolo generalmente deboli.
Visibilità: nessun fenomeno significativo.
Temperature: massime in locale sensibile diminuzione sulla pianura Padana; massime in sensibile e generale aumento sui settori adriatici centro-meridionale; valori minimi da bassi a molto bassi sulla Pianura Padana e zone interne del Centro-Sud, con possibili gelate nelle ore notturne ed al primo mattino.

Venti: dal pomeriggio forti nord-occidentali, con raffiche fino a burrasca forte, sulla Sardegna; tendenti a forti di Favonio sui settori alpini.
Mari: molto mossi, tendenti ad agitati, il Mare ed il Canale di Sardegna, fino a molto agitati in serata; tendenti a molto mossi il Mar Ligure, il Tirreno, lo Stretto di Sicilia e dalla sera lo Ionio e il Canale d’Otranto.


Leggi anche...



News Calabria
A Catanzaro si celebra la XXIV Giornata della...

Anche in Calabria, a Catanzaro, si celebra oggi 21 marzo 2019 dalle ore 9 la XXIV Giornata...


News Calabria
Sanità. Venerdì 22 marzo Convegno «La sanità...

Si terrà domani 22 marzo alle ore 17 presso il Centro Congressi Prunia di Lamezia il convegno...


News
Equinozio di primavera con la Superluna:...

Uno spettacolo raro che non riaccadrà prima del 2030 quello della Superluna di Primavera....


News
Benvenuta Primavera: tradizioni e simboli della...

Oggi 21 marzo si celebra l'arrivo della Primavera, la stagione più amata dell'anno. Si tratta...