Giancarlo Muraca
6 novembre 2018
Giancarlo Muraca

News Lamezia e lametino

Nuovo Cdu Lamezia: «Chiediamo ai commissari le dimissioni volontarie»


Negli ultimi tempi stiamo sentendo di tutto. Chi fa denunce dichiarando che si rivolge alla Procura della Repubblica e al Prefetto. Chi li denuncia per aver abbandonato la città. Chi chiede al Ministro la loro sostituzione.

Chi ancora chiede di andare a votare al più presto. Insomma contro i commissari ognuno esprime il proprio parere e cerca la soluzione alla problematica. Una cosa è certa e tutti concordano, (soprattutto dopo lo spettacolo visto in città a seguito della pioggia e la sporcizia sparsa sulla strada), che la città è allo sbando e va salvaguardata. Bisogna intervenire.

Tutte le proposte fatte sono sensate e giuste, ma purtroppo alcune quasi irrealizzabili, almeno nei tempi utili, per salvare la città. Una sola proposta, invece secondo noi, può essere fatta e suggerita ai Commissari e si potrebbe realizzare in tempi brevissimi.
Chiediamo le loro dimissioni volontarie.

Da quando si sono insediati nessun problema è stato risolto (probabilmente nemmeno la parte economica del bilancio), crediamo pochissimi atti siano stati firmati. Se qualcuno li cerca in Comune, non li trova facilmente (e parliamo dei 3 commissari). Noi abbiamo chiesto 2 incontri con una richiesta via email e 3 volte con richieste dirette recandoci di persona in Comune, ma nessuno ci ha ricevuto. Per non parlare dei loro rappresentanti alle partecipate, come ad esempio alla multiservizi e all’ente fiera che addirittura non sappiamo se sono ancora in carica o se sono dimissionari visto che sono andati avanti e indietro.

Saranno tutte motivazioni valide e documentate, ma tra ferie, ponti, fine settimana, impegni personali ed istituzionali, difficoltà a raggiungere la città, ci chiediamo: quanti giorni effettivi sono stati presenti in comune? Per non parlare delle assenze registrate alle principali processioni in città e ai momenti di commemorazione, come l’ultima del 4 novembre.

Un lavoratore statale, nelle sue mansioni, deve testimoniare con i fatti e documentare il lavoro svolto e inoltre ha diritto a un mese di ferie all’anno. Anche la commissione straordinaria è tenuta ad attenersi a tali regole. Crediamo che sia il caso di verificare queste 2 situazioni.

Le dimissioni in Italia purtroppo non sono molto in voga (perché nessuno si ritiene responsabile e tutti si credono insostituibili), ma, se non ci sono le condizioni minime per continuare e gli stessi commissari si rendono conto che sono impegnati in altre attività o non riescono a dare risposte alle esigenze dei lametini, perché non dimettersi? Per il bene di Lamezia ora sarebbe il caso che i commissari dimostrassero veramente la loro professionalità e, questo, sarebbe l’unico atto vero e significativo che in poco tempo e senza gravi conseguenze, potrebbe ancora risollevare le sorti di Lamezia Terme.

Con una nuova terna di commissari, come stiamo tentando ora, noi partiti e movimenti politici (abbiamo anche noi una parte di colpa) ci impegneremo a fare la nostra parte e cercheremo di preparare al meglio le prossime elezioni, ma ci rendiamo conto che difficilmente potremo risollevare una città se viene abbandonata e lasciata nelle condizioni di oggi.
Giancarlo Muraca coordinatore cittadino del Nuovo Cdu
Giuseppe Muraca presidente cittadino del Nuovo Cdu


Leggi anche...



Cultura, eventi e spettacoli
TIP TEATRO: una settimana di grandi appuntamenti...

Oggi (lun 18 febbraio) alle 18:00 Leggere e scrivere a scuola e fuori Incontro con il...


News Lamezia e lametino
Erredi Think Green: «Un anno di Isola ecologica di...

Comunicato stampa relativo ai risultati ottenuti dall'ISOLA ECOLOGICA DI LAMEZIA TERME per...


News Calabria
D’Ippolito (M5S): «Ospedale di Lamezia in serio...

L’integrazione tra le aziende Mater Domini e Pugliese-Ciaccio di Catanzaro metterebbe in...


Società
Associazione Basta vittime sulla 106: «Gratteri...

Il noto ed apprezzato Magistrato Nicola Gratteri, Procuratore della Repubblica di Catanzaro, A...