senza-titolo-1
15 novembre 2021

BLOG-le firme di Reportage

ROVISTANDO NEI CASSETTI di Fiore Isabella: «STORIE DI MEMORIA CONTADINA»


Ogni mattina,  mi affaccio dal terrazzo accanto alla mansarda per osservare Sambiase nel suo strano connubio urbano tra presente e passato; anche chi abitava, prima di noi,  nella casa accanto con pietra a “facciavista” oggi incautamente imbrattata di rosa antico, si affacciava dalla finestra che guardava sulla piana con quel lungo viale stazione , oggi via Eroi di Sapri, accarezzato da filari ordinati di ulivi secolari. Parlo della prima metà degli anni 50 quando, da esperto urbanista ma soprattutto da uomo di mondo, l’ingegnere Giuseppe D’Audino utilizzava le finestre come feritoie per controllare le frequenti incursioni dei “Cujjientari” nel rigoglioso agrumeto posto a valle. La metamorfosi graduale dell’arredo urbano, che tiene insieme le case addossate ai “vignani” a quelle di più alta statura occupate da anonimi condomini, è incardinata in un duale mosaico che consegna ai nostri occhi, e soprattutto alla nostra ragione, gli strumenti critici per ogni quotidiana disamina della nostra storia; esercizio, a volte stucchevole, perchè fine a se stesso o destinato all’oblio e al disincanto.   Salvo, poi,  riattivare la ormai geriatrica curiosità sbirciando nelle peripezie creative di un videomaker, alle prese  con i luoghi che, d’incanto, mutano colore o si prestano ad essere sfumati con un semplice clik tecnologico.

Rassegnato ormai all’arte del regista rovistatore faccio visita, per comporre il mio solido copione, alle tracce del passato conservate gelosamente nel cassetto sotto la vetrina .  All’interno dell’agendina di mio padre, di 10 cm per 5, con la  copertina rigorosamente nera, su un appunto contabile leggo: “ pagato il PARICCHJU per 1 giornata di lavorazione dell’uliveto con l’erpice”. Sotto l’agendina nera, gelosamente custodita, la foto, omai ingiallita, di mio padre con il “Massaru Giovanni” nostro vicino di casa, in equilibrio sull’erpice, uno strumento operativo alternativo all’aratro che serviva  per solcare il terreno  e renderlo permeabile all’acqua e all’infiltrazione dell’humus  biologico del letame;  in primo piano due fotogeniche mucche e sullo sfondo due bambini, io e mio cugino Nicola. Eravamo agli inizi degli anni ’60 e i bambini ci sentivamo coinvolti in quel rito autunnale, se non altro perchè l’occasione era propizia per una considerevole affettata di salame, patate bollite e peperoni, una generosa porzione di olive schiacciate e pomodori secchi. Il tutto accompagnato dall’immancabile “impagliata” di vino. Un rito che si ripeteva in altre occasione: la semina del grano, la mietitura, la trebbiatura, la vendemmia e l’uccisione del maiale, opportunamente battezzato “padrone di casa”, con, di specifico, l’aggiunta dello stufato di patate e carne del povero malcapitato. L’idea di coniugare, come è capitato, in istantanea, ai mie occhi, osservando da un terrazzo  il paesaggio urbano visivamente comprensivo del passato e del presente  non è praticabile scrutando in un cassetto dove i raccordi cronologici e storici hanno necessariamente bisogno della  memoria. Qualche giorno fa, in occasione della preparazione dell’uliveto al rito biennale della scuotitura, un trattore con “trincia” sormontata ha ripercorso quei luoghi dove, circa 60 anni fa, due mucche, il massaro Giovanni e mio padre, sono stati immortalati  insieme a quei bambini che allora forse sognavano soltanto campi da arare. Il trattorista è Ciccio, il figlio di Giovanni; la foto l’ho programmata io, per ricordare mio padre e suo padre. Molti di quegli alberi sono ancora lì; solo noi ci siamo avvicendati continuando, con mezzi aggiornati e, indubbiamente, meno faticosi,  la loro storia di lavoro e di sudore.domenico-e-giovannicopia-di-fiore-e-ciccio

FIORE ISABELLA


Leggi anche...



News
Variante Omicron, Fauci: “Segnali...

"Ci sono segnali incoraggianti sui sintomi della variante Omicron e sulla severità della...


News
Super green pass oggi: regole e Faq per bar,...

Super green pass in vigore da oggi, 6 dicembre, con nuove regole fino al 15 gennaio 2022 anche...


News
Super green pass, bar e ristoranti: bancone e...

Super green pass in vigore da oggi, 6 dicembre, come cambiano le regole per bar e ristoranti?...


News
Green pass base per bus, metro, trasporti pubblici:...

Il green pass da oggi, 6 dicembre, è necessario per salire su bus e metro. Le nuove regole...