vaccini
11 maggio 2016

News Lamezia e lametino

Sabato sarà presentato a medici e infermieri il nuovo calendario vaccinale regionale


«Nuove acquisizioni in ambito vaccinale in Regione Calabria: le vaccinazioni nell’adulto e nell’anziano» è il tema del convegno che si terrà sabato 14 maggio, con inizio alle ore 8.45, al T-Hotel Lamezia.

Vi prenderanno parte il direttore generale prevenzione regionale, dott. Riccardo Fatarella, il direttore generale dell’Asp di Catanzaro, dott. Giuseppe Perri, il presidente regionale della Società italiana igiene medicina preventiva e sanità pubblica (Siti) nonché direttore del Dipartimento di prevenzione dell’Asp di Catanzaro, dott. Giuseppe De Vito.

Nel corso del convegno, che darà l’opportunità di approfondire alcuni aspetti connessi alle vaccinazioni, con il contributo di relatori provenienti dalle Aziende sanitarie provinciali e Aziende ospedaliere della regione, sarà presentato a medici e infermieri il nuovo calendario vaccinale della Regione Calabria, recentemente emanato, che ha messo a disposizione della classe medica e della popolazione nuovi vaccini somministrabili gratuitamente ad adulti e anziani.

In particolare la Regione Calabria, prima in Italia, ha abbassato l’età dalla quale la vaccinazione antinfluenzale è offerta gratuitamente portandola a 60 anni. La vaccinazione è particolarmente utile per i soggetti a rischio, affetti da malattie croniche, di qualsiasi età: broncopatici cronici, diabetici, cardiopatici, nefropatici, epatopatici, soggetti con malattie del sangue o tumori, eccetera. Il vaccino è quindi uno strumento fondamentale per la protezione dell’anziano nei confronti dell’influenza e delle sue, spesso, gravi complicanze.

Basti pensare che in Italia l’influenza è la terza causa di morte per patologia infettiva dopo Aids e tubercolosi. Ogni anno vengono colpiti in media quattro milioni di persone. Negli anziani la malattia può causare complicanze tali da rendere necessario il ricovero ospedaliero.

Nelle polmoniti dell’anziano e del bambino molto piccolo un ruolo fondamentale viene esplicato da un batterio, lo Streptococcus Pneumoniae, per difendersi dal quale è disponibile una vaccinazione, l’antipneumococcica, che viene offerta gratuitamente ai bambini nel primo anno di vita, ai soggetti a rischio di qualsiasi età (le patologie di rischio sono quasi le stesse dell’antinfluenzale) e a chi ha compiuto i 65 e i 70 d’età e non ha superato, rispettivamente, i 66 e i 70 anni.

E’ possibile, inoltre, vaccinare adulti e anziani per proteggerli dall’Herpes Zoster, malattia frequente ed invalidante più comunemente nota come fuoco di S. Antonio.

Il nuovo calendario, voluto dai medici territoriali (igienisti, pediatri e medici di medicina generale) e validamente sostenuto dal Dipartimento tutela della Salute della nostra Regione, è un vero e proprio calendario per la vita perché traccia il percorso vaccinale di ogni cittadino, dalla nascita all’età più avanzata e rappresenta un strumento di straordinaria importanza per la prevenzione calabrese.

È anche il più completo ed innovativo d’Italia offrendo, oltre quelle già citate, altre importantissime vaccinazioni, che in molte regioni italiane non sono ancora disponibili. Tra queste l’antipapillomavirus, che fino al 21 maggio scorso era disponibile solo per le ragazze dodicenni e adesso è offerta anche ai maschi nel dodicesimo anno di vita e alle donne di venticinque anni.


Leggi anche...



News
Ruby Ter, attesa domani sentenza stralcio Siena....

La sentenza per lo 'stralcio senese' del processo Ruby ter, che vede imputato Silvio...


News
Von der Leyen su Erdogan-Michel: “Mi sono...

Ursula von der Leyen si è sentita "sola" come "presidente", come "donna" e come "europea"...


News
Difesa Lombardo: “Non c’è mai stato...

(dall'inviata Elvira Terranova) - "Non c'è mai stato alcun patto politico-mafioso". Lo ripete...


News
Riaperture Italia, Speranza: “Possibili da...

Riaperture? "Lecito aspettarsele per maggio". A dirlo è il ministro della Salute Roberto...