msf-migranti
25 luglio 2020

News Calabria

Sbarco a Roccella: Legacoop Reggio Calabria esprime sostegno al sindaco Zito


Il coordinamento provinciale Legacoop Reggio Calabria, guidato dal coordinatore Mario Alberti, esprime sostegno al sindaco di Roccella, dottor Zito, che si è trovato a gestire in maniera estremamente professionale e umana lo sbarco di settante persone migranti, tra le quali venti minori non accompagnati. “Questi ultimi, secondo al vigente normativa che prevede che vengano affidati al sindaco del paese dove avviene lo sbarco, sono stati accolti presso un Hotel di Roccella – si legge nella lettera che il coordinatore provinciale di Legacoop ha inviato al sindaco Zito -. Alcuni di loro sono risultati positivi al Covid 19. Si prende positivamente atto che, nonostante la preoccupazione derivante dalla situazione, tutto ciò non ha alterato la virtuosa risposta del comune di Roccella. Nel mentre, si scatenava una campagna social e mediatica di profilo allarmistico, che non contribuisce certamente alla serenità amministrativa di un ente locale Ente che si è distinto per elevato senso istituzionale e di responsabilità, sia verso i minori migranti che verso tutta la collettività”.

C’è da ricordare che Legacoop Nazionale, nel 2017, è stata firmataria della “ carta della buona accoglienza”, che definisce in termini etici le modalità attraverso le quali vanno intrapresi percorsi di accoglienza e integrazione delle persone migranti. “Non vi è dubbio alcuno che queste persone si mettono in movimento, rischiando al vita, alla ricerca di una migliore condizione per esistere su questa terra – si legge ancora nella lettera -. Come non vi alcun dubbio che la cooperazione è un servizio alle comunità, e alle persone fragili, e concetti di “business”, strumentalmente innestati da tempo nell’opinione pubblica. Sono fantasiosi e destituiti da ogni fondamento, e che vanno sovrastati attraverso un’adeguata informazione ed una netta presa di posizione. Nel contempo ci auguriamo che presto assumano efficacia le annunciate modifiche ai cosiddetti “ decreti sicurezza”, che vanno in direzione sostanzialmente antitetica al nostro concetto di accoglienza nonché contro ogni logico dovere di essere solidali con il prossimo”.

Il coordinamento provinciale di Legacoop si mette a disposizione del comune di Roccella, “del quale sposa totalmente l’agire, per qualsiasi azione di sostegno occorra, anche alla luce del fatto che il firmatario della presente nota è anche tutore di minori stranieri non accompagnati presso il tribunale di Reggio Calabria. Nel contempo stigmatizziamo ogni atto contrario all’agire responsabile e solidaristico, in tal caso declinato attraverso l’accoglienza della persone migranti. Ci appelliamo inoltre alle istituzioni a tutti i livelli, affinché una buona prassi come quella agita dal sindaco di Roccella non rimanga esclusa da ogni doveroso sostegno. Di fronte a gesti umanitari – conclude la lettera – occorrono delle forti scelte, e prese di posizione nette che non possono non andare verso i bisogni delle persone in stato di disagio, come nel caso delle persone migranti, specie se minori. In attesa di vostro eventuale cortese riscontro siamo a porgere distinti saluti”.


Leggi anche...



News
Lamezia Terme. Piccioni (LBC): «Persone positive...

La chiusura per sanificazione di alcune importanti strutture pubbliche della nostra città, il...


News
COVID. Il Coordinamento Docenti Diritti umani...

Il Coordinamento Nazionale dei Docenti della disciplina dei Diritti Umani, a meno di 24 ore...


News
COVID: i numeri fanno paura. Dopo la Campania,...

Dopo la Campania, è coprifuoco anche in Lombardia e Lazio, che saranno seguite probabilmente...


News Calabria
Congresso regionale UNCEM a Sellia: Mazzei...

Vincenzo Mazzei resta alla guida dell’UNCEM Calabria: è quanto deliberato dal congresso...