il ritrovo
3 febbraio 2017

Vetrine

Trattoria «Il Ritrovo», gusto e benessere nell’antico borgo di Castagna


Il Ritrovo, una trattoria che ritempra il corpo e lo spirito. Lo troverete facilmente, attraversando la valle della Presila posta tra i fiumi Amato e Corace nei pressi dei maestosi ruderi dell’Abbazia di Santa Maria di Corazzo e arrivando nel cuore dell’antico borgo di Castagna, frazione di Carlopoli (Catanzaro).

Come i viaggiatori di un tempo, ripercorrerete il sentiero che fu anche di Gioacchino da Fiore e vi fermerete nell’accogliente trattoria dove chef Eugenia preparerà per voi con cura piatti dai sapori antichi e sorprendenti, dove regnano sovrani i funghi, le patate, gli ortaggi e le verdure silane e i saporiti salumi e latticini prodotti in loco.

Già all’antipasto assaggerete provole e butirri fatti con il buon latte delle vacche della Sila, soppressate e prosciutti di suino nero, crocchette di patate, legumi, zuppe, frittelle, torte rustiche o parmigiane con ortaggi e verdure selvatiche di stagione.

Indimenticabili i primi piatti: la pasta alla castagnese, con ragù di funghi, salsiccia, formaggio pecorino e dolci pisellini dell’orto, e poi paccheri con ‘ndujia e melanzane, penne alla boscaiola, rigatoni con zucca e pancetta, rigatoni alla pecorara, tagliatelle fatte in casa ai funghi, senza dimenticare i risotti con i funghi o le verdure e ortaggi inderogabilmente di stagione.

Tra i secondi piatti, troviamo le classiche scaloppine ai funghi porcini, grigliate miste, peperoni e melenzane ripiene, patati, pipi e sazizza e la squisita cotoletta alla silana, una creazione di chef Eugenia, delicate fettine panate di maiale ripiene di prosciutto calabrese e scamorza silana.

Tra i dolci ricordiamo le buone crostate con mele biologiche o con marmellate fatta in casa e un ottimo tiramisù della Sila, anche questo ideato dalla chef, fatto con la ricotta di pecora prodotta in zona.

Il Ritrovo è nato dal desiderio di Eugenia, figlia d’arte, e di suo marito Gino, già gestori di un bar, di ampliare l’offerta alle numerose persone che, durante le escursioni in Sila o le visite all’Abbazia, hanno bisogno di una sosta ristoratrice offrendo loro una calorosa accoglienza e i piatti della cucina tipica, realizzati con materie prime e prodotti locali, biologici e a chilometri zero, unici nel loro genere.

Un paradiso per grandi e piccoli e in più, dulcis in fundo, se il buon cibo e la quiete mistica di questi luoghi vi avrà indotto al riposo, potreste rimanere anche a dormire nel delizioso bed and breakfast al piano di sopra. Probabilmente sarete invasi da una grande pace interiore e inizierete a pensare di tornare al prossimo weekend.


Leggi anche...



News
Lamezia Terme. Piccioni (LBC): «Persone positive...

La chiusura per sanificazione di alcune importanti strutture pubbliche della nostra città, il...


News
COVID. Il Coordinamento Docenti Diritti umani...

Il Coordinamento Nazionale dei Docenti della disciplina dei Diritti Umani, a meno di 24 ore...


News
COVID: i numeri fanno paura. Dopo la Campania,...

Dopo la Campania, è coprifuoco anche in Lombardia e Lazio, che saranno seguite probabilmente...


News Calabria
Congresso regionale UNCEM a Sellia: Mazzei...

Vincenzo Mazzei resta alla guida dell’UNCEM Calabria: è quanto deliberato dal congresso...