tt-1
12 agosto 2017

Salute, benessere & ambiente

Uova contaminate da fipronil. Codacons: «Impossibile escluderne la presenza nei prodotti trasformati»


Il sequestro disposto in Italia di alcuni prodotti provenienti da un’azienda francese che aveva usato le uova contaminate da fipronil, conferma l’allarme alimentare lanciato ieri dal Codacons e la necessità di disporre controlli a tappeto su tutto il territorio nazionale.

«Proprio ieri avevamo sostenuto come fosse difficile, se non impossibile, garantire i consumatori italiani sul fronte delle uova contaminate», spiega il presidente Carlo Rienzi.

«Questo perché nel nostro paese sono commercializzati prodotti lavorati, come pasta, dolci, salse, eccetera, realizzati con uova di cui non si conosce la provenienza. Il sequestro odierno conferma il nostro allarme e la nostra richiesta al Ministero della Salute e Nas di mettere in campo controlli a tappeto in tutte le regioni, per assicurare che le uova contaminate da fipronil non finiscano sulle tavole degli italiani attraverso prodotti trasformati», conclude Rienzi.


Leggi anche...



Ricette del cuore
Calabria golosa: gli animaletti di provola

Gli animaletti di provola, piccoli capolavori dell'arte casearia calabrese. Maialini,...


Cultura, eventi e spettacoli
Museo archeologico dell’antica Kaulon: il 27...

Venerdì 27 luglio 2018, ore 21.30, nel giardino del Museo archeologico dell’antica Kaulon,...


News Calabria
Asp su Ortopedia di Soverato: «Procedure deserte,...

«L'Unità Operativa di Ortopedia offre attività di ricovero in regime ordinario e diurno e...


News Lamezia e dintorni
Fratelli d’Italia Lamezia Terme ha affidato a...

Fratelli d'Italia Lamezia Terme allarga la sua squadra e dà il benvenuto a Francesco Cefalà...