bastianich-verona
16 aprile 2018

News Calabria

Vini di Calabria protagonisti a Vinitaly 2018. Matteo Salvini, Joe Bastianich e buyers statunitensi in visita


Oltre diecimila ettari di vigneti distribuiti nelle cinque province della regione, gestiti da 80 aziende vitivinicole.

Una produzione di 479 milioni di ettolitri di vino e 12 milioni di bottiglie commercializzate attraverso 600 etichette tra rossi, rosati, bianchi, passiti e spumanti. Una presenza importante di vitigni autoctoni come Gaglioppo, Magliocco, Greco bianco e nero, e nove vini Doc.

La Calabria è sempre più protagonista nel panorama vinicolo nazionale e internazionale, con una quota di export pari al 50 per cento, di cui quasi un terzo fuori dall’Ue.

A Verona la Regione partecipa con un proprio spazio di oltre mille metri quadrati alla 52esima edizione di Vinitaly, in programma da domenica 15 aprile a mercoledì 18.

Le attività saranno curate da Arsac (l’Azienda Regionale per lo Sviluppo in Agricoltura), i consorzi di tutela Terre di Cosenza Dop e consorzio dei vini di Cirò e Melissa. Agli stand A5, D5 ed E6 del Padiglione 12, i visitatori e i buyer italiani e stranieri potranno incontrare 60 produttori e assaggiare diverse annate dei principali vini calabresi. Ricco di contenuti il calendario degli eventi e degli incontri business. Vera e propria culla della biodiversità viticola italiana con un patrimonio di circa 350 vitigni autoctoni, la Calabria non è più un territorio emergente ma una solida realtà vitivinicola, tanto da suscitare un interesse crescente da parte di giornalisti specializzati, chef e sommellier, anche grazie all’attività di promozione fatta con il brand Rosso Calabria.

Proprio domenica, nella giornata inaugurale di Vinitaly, Joe Bastianich, uno dei volti più noti della ristorazione mondiale, ha visitato lo stand della Regione per conoscere meglio i vini calabresi con una delegazione dei buyer statunitensi.

«I vini rossi calabresi sono ormai noti in tutto il mondo e in particolare negli Stati Uniti», ha detto Bastianich che ha assaggiato Magliocco Rosso e Montonico bianco,, «ma quello che negli ultimi tempi mi ha piacevolmente stupito sono i bianchi, molto puliti e freschi. I vini calabresi sono capaci più di altri di esprimere le caratteristiche del territorio dove vengono prodotte le uve».

Matteo Salvini, che come gli altri leader della politica, ha partecipato alla prima giornata della fiera internazionale più importante dedicata al vino, visitando tutti gli stand e lasciando per ultimi quelli di Lombardia e Calabria. «I sapori sono diversi», ha dichiarato tra i tanti elogi, «ma insieme possono crescere e non poco».

«Il 2018 è l’anno del turismo enogastronomico e con questa presenza a Vinitaly la Calabria vuole promuovere nel modo migliore possibile le proprie eccellenze coinvolgendo personalità importanti del settore», ha affermato il presidente della Regione Mario Oliverio, «le nostre uve maturano in un territorio caratterizzato da una notevole varietà di condizioni pedoclimatiche, peculiarità che conferisce ai nostri vini caratteristiche uniche».


Leggi anche...



Ricette del cuore
Calabria golosa: gli animaletti di provola

Gli animaletti di provola, piccoli capolavori dell'arte casearia calabrese. Maialini,...


Cultura, eventi e spettacoli
Museo archeologico dell’antica Kaulon: il 27...

Venerdì 27 luglio 2018, ore 21.30, nel giardino del Museo archeologico dell’antica Kaulon,...


News Calabria
Asp su Ortopedia di Soverato: «Procedure deserte,...

«L'Unità Operativa di Ortopedia offre attività di ricovero in regime ordinario e diurno e...


News Lamezia e dintorni
Fratelli d’Italia Lamezia Terme ha affidato a...

Fratelli d'Italia Lamezia Terme allarga la sua squadra e dà il benvenuto a Francesco Cefalà...