coro-ancillae-santa-lucia
19 dicembre 2019

News Lamezia e lametino

Lamezia Terme. Le figure femminili dell’Avvento cantate dal coro “Ancillae Domini” nella chiesa di S. Lucia


Lucia e Maria. Le due figure femminili dell’Avvento rievocate attraverso la voce e la spiritualità del canto gregoriano. E’ stato questo il tema della serata con le “Ancillae Domini”, dirette da Licia Di Salvo, nel contesto delle celebrazioni della festa di S. Lucia nella storica chiesa del centro storico di Nicastro.
Invitate dal parroco don Carlo Cittadino e da don Vittorio Dattilo, il coro lametino formato da Maria Gabriella De Capitani, Enza Mirabelli, Maria Sabrina Funaro, Armida Nicotera e Angela Scalise, guidate dalla voce solita Licia Di Salvo, hanno animato la celebrazione eucaristica presieduta dal vescovo Giuseppe Schillaci e, al termine della Santa messa, hanno dato vita a un concerto alla presenza del vescovo e della comunità parrocchiale.

Diffondere e valorizzare le tradizioni musicali liturgiche per mantenere quel patrimonio musicale che per oltre un millennio, all’interno della Chiesa romana, ha dato un’adeguata espressione alla fede cristiana è il motivo fondamentale del percorso che in oltre venti anni le “Ancillae” hanno compiuto, divenendo una realtà musicale di rilievo a livello regionale e nazionale. Si sono esibite di fronte a Giovanni Paolo II in piazza San Pietro e presso la Chiesa di Santa Maria del Bosco di Serra San Bruno alla presenza eccezionale del priore della Certosa, in occasione degli anniversari bruniani. Un richiamo alla tradizione e alla storia del canto gregoriano che, per il gruppo diretto dalla Di Salvo, va di pari passo con il legame con il presente e le espressioni culturali più moderne: “Il sublime tra Canto gregoriano e poesia: Magnificat un incontro con Maria”, incentrato su testi della poetessa Alda Merini, è divenuto un progetto itinerante su tutto il territorio nazionale che le ha portate ad esibirsi nella magnifica Abbazia premostratense di Sant’Antimo su invito del Priore Jean-Charles Leroy e all’Istituto Superiore S. Anna di Pisa. Attive nella formazione e diffusione del canto gregoriano, le Ancillae hanno istituito un laboratorio itinerante all’interno della Diocesi di Lamezia Terme e stanno approfondendo lo studio del dramma liturgico di Sant’Hildegarde von Bingen.
Il vescovo Giuseppe Schillaci ha sottolineato il valore del canto come mezzo per avvicinarsi a Dio e mettersi in ascolto dell’Altro, mentre l’assessore alla cultura Giorgia Gargano ha espresso apprezzamento e incoraggiato le Ancillae come realtà culturale lametina che proietta un’immagine positiva e vivace della nostra città.


Leggi anche...



News
Election day. Riaperti i seggi: si vota fino alle...

Seggi aperti oggi dalle ore 7 alle ore 15 per la seconda giornata di election day. Alla...


Cultura, eventi e spettacoli
Addio a Rossana Rossanda: giornalista,...

Un'altra grande figura femminile che ha attraversato con sguardo lucido e deciso due secoli si...


News Calabria
Tirocinanti calabresi: prosegue il dramma dei 7.000...

Prosegue il dramma dei 7.000 tirocinanti calabresi, padri e madri di famiglia, lavoratori...


News Lamezia e lametino
Lamezia Terme. «Cristiani autentici nella Chiesa e...

Scrivo a voi ragazzi e ragazze che vi apprestate ad iniziare o a ricominciare il cammino della...