image8
14 luglio 2020

Copertina

Pomodoro di Belmonte: solo in Calabria c’è il «gigante» dal cuore tenero


Tenero e dolce, imponente nella sua maestosa rotondità, passa con disinvoltura dall’elegante verde acqua dell’età acerba al rosa intenso della maturità ma il suo sapore rimane inconfondibile… è il pomodoro di Belmonte.

Chiamato anche «il gigante», è un ortaggio tipico del grazioso paese che si affaccia sul Tirreno cosentino, e delle colline circostanti. La varietà, probabilmente nata da un incrocio tra le cultivar marmande e cuore di bue, forse fu importata da un emigrante belmontese tornato dagli Stati Uniti alla fine dell’Ottocento, per poi acquisire caratteristiche uniche dettate dalla conformazione del territorio o da possibile mutazione.

Il pomodoro di Belmonte o, per dirla in dialetto, pimmaduari e Bellimunte, si distingue per alcune caratteristiche fisiche: il peso varia dai 700 ai 1000 grammi per arrivare anche, nella qualità gigante, ai 2 chilogrammi; la forma è globosa o oblunga con ondulature leggere e un lato della parte apicale più basso, con accenno a goccia; il colore è verde e rosa, anche maturo non diventa mai rosso ma rimane di un rosa acceso.

Caratteristiche di pregio sono il profumo intenso, la buccia leggerissima, i semi quasi assenti e la polpa, consistente e dolcissima, non ha alcuna acidità. è l’unico pomodoro che matura dall’interno verso l’esterno e le sue proprietà organolettiche sono attualmente oggetto di studi approfonditi presso la facoltà di Agraria dell’Università di Catania.

Le piante, anch’esse grandi con un’altezza che varia dai 2 ai 3 metri, richiedono la coltivazione «a campo aperto», non gradiscono la coltivazione in serra e non hanno la stessa resa produttiva nei terreni dei comuni limitrofi. Il ciclo di produzione degli squisiti pomodori è piuttosto limitato: inizia verso i primi di giugno in pianura, a 50 metri sul livello del mare, e termina a settembre nei terreni collinari.

Il 70 per cento del prodotto viene assorbito nella provincia cosentina mentre il rimanente viene inviato in altre regioni dove è stato scoperto e apprezzato dall’alta ristorazione. Il pomodoro di Belmonte si fregia dei titoli di prodotto Deco (Denominazione comunale d’origine), unico pomodoro italiano con questa etichetta, e prodotto Pat (Prodotti agroalimentari tradizionali).
Annamaria Persico
(tratto da reportage n.7 – Luglio 2014)


Leggi anche...



News
Pagamenti: Di Montigny (Flowe), ‘Giovani non...

”Il nostro è un tempo di switch tra le generazioni, tra la nostra che è cresciuta con il...


News
Finanza: psicoterapeuta, ‘in famiglia denaro è...

“Tra gli argomenti considerati difficili se non addirittura tabù nelle famiglie italiane...


News
Centrosinistra, Della Vedova a Letta: “Nuovo...

Da Più Europa e Calenda ai 5 Stelle? Benedetto Della Vedova sposta l'asticella un passo...


News
Calcio: Gentile (legale Lazio) su caso tamponi,...

"Siamo soddisfatti, riteniamo che sentenza sia equa e basata sul diritto". Gianmichele...