locandina
7 novembre 2019

News cultura, spettacolo, eventi e sport

Festival Miti Contemporanei: 8 novembre evento condiviso a Milano


Mentre prosegue con successo “AltriLuoghi”, il sotto-progetto del Festival che coinvolge 28 associazioni reggine attraverso una serie di performance in differenti location cittadine, “Miti Contemporanei” – che si aprirà il 28 novembre – promuove, come evento nazionale condiviso Barrio’s – Scena Nuda – Miti Contemporanei, un momento dedicato alla musica, che si svolgerà venerdì 8 novembre, a Milano. Ad esibirsi, al Barrio’s, sarà EasyOne, giovane artista calabrese, ex componente dei Kalafro, oggi solista e autore del disco “Stessa pelle”.

Si tratta di un evento interamente incentrato sulla musica e il mondo universitario e vedrà la partecipazione di 100 laureandi provenienti da tutta Italia. La serata sarà aperta da una selezione musicale di due dj, che intratterranno il pubblico prima del live dell’artista calabrese.

Il Festival “Miti Contemporanei”, promosso dalla Compagnia Scena Nuda, diretta da Teresa Timpano, prenderà il via a Reggio Calabria, come si diceva, il prossimo 28 novembre e vedrà il susseguirsi di numerosi momenti artistici e culturali, fino al 4 dicembre, con lo spettacolo conclusivo, al teatro “Cilea”: “La tempesta” di Shakespeare, per la regia di Luca De Fusco e l’interpretazione di due tra i maggiori attori italiani, Eros Pagni e Gaia Aprea.

Info sul programma su www.festivalmiticontemporanei.it


Leggi anche...



News
Ucraina, Zelensky: “Distruggiamo Russia a...

"Nella regione di Kharkiv le nostre forze armate stanno distruggendo gli invasori. I...


News
Omega 3, dubbi su integratori: nei sani possibili...

Assumere pillole di Omega-3 protegge la salute di cuore e arterie? Un ampio studio a lungo...


News
Giro d’Italia, oggi 17esima tappa: orario,...

Il Giro d'Italia 2024 propone oggi la 17esima tappa, la Selva di Val Gardena - Passo Brocon di...


News
Redditometro divide maggioranza, Palazzo Chigi...

L'argine arriva nel pomeriggio, a slavina già partita. A provocarla i titoloni dei siti...