planta-de-navidad-sabes-su-historia-es-importante-para-cuidarla-bien-1671175565434_1024-copia
3 dicembre 2023

Prima pagina

La leggenda della Stella di Natale, «flor de Nochebuena»


C’era una volta in Messico una bambina di nome Ines. Era la sera della vigilia di Natale e la bimba pensò che sarebbe stato bello portare un dono a Gesù Bambino, ma era molto povera e non aveva soldi per acquistarlo. Mentre tutti andavano in chiesa, lei rimase in casa a piangere per il dispiacere. All’improvviso le apparve un angelo che le chiese: «Perché sei così triste?» e lei rispose: «Perché non ho nulla da portare a Gesù!».

Ma l’angelo le disse: «Tu hai una cosa molto importante da donare a Gesù: il tuo amore. Raccogli qualche ramoscello ai bordi della strada e portalo in chiesa, i doni fatti con il cuore sono i più belli di tutti». Ines raccolse alcuni rametti con foglie e formò un piccolo mazzo, non era bello da vedersi e così decise di abbellirlo con la cosa più preziosa che aveva, un bel nastro rosso che usava per legare i capelli. Ne fece una coccarda intorno alle foglie verdi e quindi col mazzetto in mano si recò in chiesa.

Vide la statua di Gesù Bambino e gli disse: «Te lo lascio adesso, mi vergogno troppo a venire dopo con gli altri bambini». Deposto il mazzetto, aveva già girato le spalle per uscire dalla chiesa quando sentì un “ooohohoh” di meraviglia che la fece trasalire, si voltò e intorno a lei c’era un gruppo di persone che guardava stupita verso la statua. «Che bellissimi fiori, dove li hai trovati? Non abbiamo mai visto dei fiori così belli…»

Ines guardò anche lei e rimase senza parole: le foglie del suo mazzetto erano diventate di un bel rosso brillante e al centro le bacche avevano formato come un cuore d’oro. La bambina accarezzò felice il suo prezioso mazzo di stelle rosso e oro ai piedi di Gesù Bambino che sembrava sorriderle. Ora aveva capito, l’angelo aveva ragione: il dono più bello è l’amore e l’amore può tutto.

Da quel giorno in Messico i i fiori rossi di Ines furono chiamati “flores del Nochebuena”, i fiori della notte Santa, e ancora oggi la Stella di Natale viene usata per decorare le culle e proteggere il riposo dei neonati.

Le stelle di Natale, o Poinsettia (nome scientifico Euphorbia pulcherrima), dall’800 in poi si diffusero in tutto il mondo e diventarono uno dei doni natalizi più diffusi. In Francia la Stella di Natale viene chiamata Ètoile d’Amour, Stella d’Amore, e viene regalata anche alle mamme nel giorno della loro festa.

Annamaria Persico 

 


Leggi anche...



News
Meloni-Biden, l’incontro: crisi umanitaria a...

L'atmosfera è confidenziale, 'cara Giorgia', 'caro Joe'. La presidente del Consiglio Giorgia...


News
Strage Erba, si torna in aula il 16 aprile. Il pg:...

Un processo con "suggestioni mediatiche" che nell'ultimo atto perde, a sorpresa, i suoi...


News
Meloni a Washington, punto stampa non era programmato

"Il punto stampa del Presidente Meloni a Washington non è mai stato programmato per la...


News
Lazio-Milan 0-1, gol di Okafor nel finale

Il Milan vince 1-0 sul campo della Lazio oggi nel match in calendario per la 27esima giornata...