civic-up-1-incontro
3 febbraio 2020

News cultura, spettacolo, eventi e sport

LAMEZIA TERME: AL VIA CIVIC-UP, LABORATORIO DI CITTADINANZA ATTIVA E COSTITUZIONE DI CIVICO TRAME


Si è tenuto il primo incontro del laboratorio CivicUp sui temi della cittadinanza e della Costituzione rivolto ai giovani, cittadini e protagonisti, del territorio lametino: un percorso articolato in dieci tappe, che mira a stimolare la consapevolezza e la riappropriazione dell’espressione “cittadinanza attiva”.
“La Costituzione non è una macchina che una volta messa in moto va avanti da sé. La Costituzione è un pezzo di carta, la lascio cadere e non si muove: perché si muova bisogna ogni giorno rimetterci dentro il combustibile; bisogna metterci dentro l’impegno, lo spirito, la volontà di mantenere queste promesse, la propria responsabilità” (Calamandrei). Questo il cuore del progetto: riscoprire la propria coscienza civica e l’appartenenza ad un tutto che è l’Italia e il mondo, rispolverando i sentimenti che animavano i nostri Padri Costituenti.
“Buon viaggio”, è l’augurio che dà il via al laboratorio.

I due docenti nonché curatori del progetto, Francesco Scoppetta e Orlando Muraca, hanno invitato i venti ragazzi protagonisti del laboratorio a disporsi in cerchio e presentarsi, come di rito. “Il cerchio – hanno chiarito – favorisce l’apertura agli altri e al dialogo.”
“Cosa significa oggi essere cittadini a Lamezia Terme?” Rispondere non è semplice, occorre fare diversi passi indietro.
Parte un video, un estratto del Ted Talk che si è tenuto a giugno 2015 a Londra. A parlare è Yuval Noah Harari: storico, saggista e professore universitario israeliano. “Come si spiega l’ascesa dell’uomo” è il titolo della sua disquisizione. L’uomo è l’unico animale che confida in cose che esistono puramente nella sua immaginazione: divinità, stati, denaro, diritti, economia, società e altre “finzioni”, e ha la capacità unica di usare queste “storie” per unificare, organizzare gruppi, garantire la cooperazione e tutto ciò che lo distingue dagli altri esseri viventi è proprio la capacità di collaborare: creandosi una finzione e rispettando delle regole.

Fare gruppo significa mettersi in gioco, con le proprie propensioni e attitudini, per raggiungere obiettivi comuni e condivisi, come è avvenuto tra i ragazzi disposti in cerchio al Civico Trame.
Si è parlato di “finzione” e “storie”, della capacità dell’uomo di assorbire ogni cosa, come una “spugna”, e lasciarsi influenzare, dell’antropocentrismo, ma anche di identità, territorio, comunicazione e partecipazione.
Queste alcune delle parole chiave individuate e gli spunti che hanno acceso l’interesse, stimolando il confronto e la riflessione comune. Ma soprattutto, hanno appassionato i giovani partecipanti, tutt’altro che indifferenti ed estranei alle tematiche affrontate, introducendoli al pensiero critico e ai macro-temi di attualità che saranno oggetto d’interesse anche dei successivi incontri.
Il prossimo appuntamento del laboratorio CivicUp, sul tema “La cosa pubblica. L’ordinamento della Repubblica, Diritti e Doveri”, è fissato per il 5 febbraio alle ore 17.30 al Civico Trame di Lamezia Terme.


Leggi anche...



News
Pnrr, Eurispes: “Transizione a Ssn digitale...

L'impatto dei 15,5 miliardi previsti dal Pnrr per la Missione Salute, per riformare entro il...


News
Gli italiani e la carne, sempre di più quelli che...

Aumentano gli italiani che scelgono di non mangiare più carne. "E' vegetariano il 7,2% degli...


News
Ansiolitici e antidepressivi, nell’ultimo...

E' peggiorata la salute mentale degli italiani dopo la pandemia Covid. "Nell’ultimo anno 1...


News
In Italia attivi due milioni di influencer, è il...

L'Italia, "con due milioni di influencer attivi (21% del totale del mercato europeo),...