mare_sporco
10 giugno 2016

News Calabria

Mare sporco nel Cosentino, Lametino e Vibonese. Giancarlo Nicotera (Udc) presenta denuncia e querela contro ignoti


Il consigliere comunale dell’Udc Giancarlo Nicotera ha presentato un esposto-denuncia e una querela alle Procure della Repubblica di Vibo Valentia, Lamezia Terme, Paola e Cosenza in riferimento al mare sporco delle nostre coste, il cui testo qui di seguito riportiamo

Fra poco arriverà la stagione estiva, che altrove è già iniziata in maniera lungimirante da tempo, e già sono arrivati i soliti ed atavici problemi legati al mare sporco lungo le coste dei territori vibonesi, lametini e cosentini.

Purtroppo mani criminali, disattenzione, apatia, mancati ed omessi controlli fanno sì che uno dei nostri beni più preziosi venga ripetutamente violentato e deturpato.
È di pochissime settimane addietro un servizio televisivo su una rete nazionale che si è occupato del porto di Amantea che, per come costruito, sembrerebbe abbia prodotto danni enormi alla costa tirrenica in termini di erosione.

E’ di qualche giorno fa, nondimeno, la comparsa delle prime striscie di sudiciume a pochi metri dalla riva. Orbene, tutto ciò non è più tollerabile.

Occorre monitorare lo stato dei luoghi, prevenire tali reati e perseguire con prontezza gli autori di tali condotte. Occorre monitorare e controllare i fiumi, le fiumare ed i corsi d’acqua che sfociano a mare.

Occorre monitorare e controllare, anche a campione, gli scarichi fissi e mobili di abitazioni, stabilimenti, attività varie che anziché essere collegati al sistema fognario scaricano direttamente o indirettamente a mare.

Occorre monitorare e controllare i depuratori disseminati su tutto il territorio che coinvolge ben tre province. Occorre perseguire tutti coloro che, anche all’interno delle autorità, delle istituzioni e degli enti preposti, dovrebbero controllare e verificare e non lo fanno. Occorre perseguire tutti coloro che in maniera criminale deturpano ed inquinano il nostro mare.

Sono coinvolti tanti territori e soprattutto quattro Procure della Repubblica. Quest’ultimo dato però non può più essere un handicap, ma deve trasformarsi in un punto di forza e cioè in una sintesi ed in una sinergia di intelligenze e di competenze investigative e professionali che prevengano e perseguano gli autori di tali crimini e restituiscano alla Calabria il suo mare cristallino.

Tanto esposto e rilevato, il sottoscritto Avv. Giancarlo Nicotera, nella sua veste di consigliere comunale di Lamezia Terme, cittadino italiano e fruitore del mare che ricade nella competenza delle sopra indicate Procure, propone formale denuncia e querela contro i responsabili di tali reati, allo stato ignoti, di cui espressamente si chiede la punizione ai sensi di legge, soggetti che con condotte commissive ed omissive sono autori di crimini ambientali puniti e perseguiti dalla legge penale italiana e di ogni altro eventuale reato ravvisabile nei fatti esposti ut supra.


Leggi anche...



News
Morto Johnny Wactor, attore di ‘General...

L'attore statunitense Johnny Wactor, noto soprattutto per il ruolo di Brando Corbin nella...


News
Maltempo sull’Italia, rischio grandine e...

Meno di un mese all'estate, ma la primavera ancora non decolla. Anche la settimana appena...


News
Tempeste in Texas, Oklahoma e Arkansas: almeno 15 morti

Forti tempeste hanno ucciso almeno 15 persone e hanno lasciato un'ampia scia di distruzione...


News
Giulia Tramontano, un anno fa l’omicidio:...

A un anno esatto dalla morte di Giulia Tramontano, avvenuta il 27 maggio 2023, il reo...