incontro
29 giugno 2016

News Lamezia e lametino

Proficuo incontro tra il Comitato Pro Ospedale del Reventino ed il direttore generale dell’Asp di Catanzaro


Si è tenuto lunedì scorso, presso la sede Asp di Lamezia Terme, il già programmato incontro tra Antonio Maida, presidente del Comitato Pro Ospedale del Reventino e il direttore generale dell’Azienda sanitaria provinciale di Catanzaro, Giuseppe Perri.

Tema dell’incontro, al quale hanno partecipato pure Claudio Tomasello, direttore sanitario dell’Ospedale di Soveria Mannelli, Annamaria Bruni, responsabile Urp dell’Asp ed Egidio Laraia, delegato dal sindaco di Soveria Mannelli, un rapido esame dell’attuale situazione che vede l’azienda impegnata nel rilancio della struttura montana e la programmazione della Carta dei servizi sanitari del Reventino.

Il dottore Perri, rispondendo alle specifiche domande di Maida, formulate tenendo in debito conto delle proposte venute fuori dagli incontri che egli sta tenendo con tutti i sindaci del Comuni montani, ha rassicurato i presenti in merito alla copertura H12 del servizio di anestesia, il prossimo trasferimento della Tac attualmente impiegata presso l’Ospedale di Lamezia Terme non appena nello stesso entrerà in funzione quella acquistata di recente, annunciando inoltre che dal prossimo 1 luglio sono calendarizzati interventi chirurgici in day surgery, prerogativa assegnata all’ospedale dal decreto 30 del commissario ad acta.

Ci si è inoltre soffermati sul rilancio dell’attività di gastroenterologia (gastroscopia), considerato che il dottore Pugliano, attuale responsabile del servizio, ha dato la sua disponibilità ad ulteriori giorni di presenza oltre a quello attualmente programmato di martedì.

Il Comitato si è impegnato con il dottore Giuseppe Perri affinché siano sensibilizzate tutte le amministrazioni comunali nella ricerca e collocazione di postazioni atte alla prenotazione nell’ambito del progetto Cat@hospital; un tipico esempio è quello delle Farmacie che già convenzionate prenotano i pazienti e incassano il ticket.

A breve inoltre verrà inaugurato il nuovo Pronto Soccorso, fiore all’occhiello dell’attuale direttore sanitario, ed è allo studio l’implementazione, tra le attività ambulatoriali, di visite geriatriche.

Ultimo, ma non meno importante argomento trattato è quello relativo alla Carta dei servizi sanitari del Reventino, strumento indispensabile a superare le perplessità della popolazione circa le attività svolte presso la struttura ospedaliera di montagna. Il progetto vedrà impegnata l’Asp con la dottoressa Bruni ed il dottore Tomasello, il Comitato e la rete dei Sindaci, che molto favorevolmente lo hanno accolto.

A metà settembre è in programma una Conferenza dei Servizi che vedrà coinvolti tutti i soggetti interessati e porrà le basi attuative del progetto, cardine essenziale del rilancio dei servizi sanitari dell’area montana.


Leggi anche...



News
A Serenissima Ristorazione premio Industria Felix,...

Serenissima Ristorazione, tra i leader nel settore della ristorazione collettiva e commerciale...


News
Roma, nuova voragine in via Sestio Menas al...

Una betoniera, impiegata per lavori di ripristino del manto stradale, è parzialmente...


News
Toti resta ai domiciliari, gip: “Da...

Il governatore ligure Giovanni Toti, arrestato per corruzione lo scorso 7 maggio, resta ai...


News
Cybersecurity, Foti (Fondazione Magna Grecia):...

“Le mafie e le organizzazioni criminali sono prevalentemente nel Mezzogiorno, anche se...