whatsapp-image-2024-05-14-at-13-31-38
15 maggio 2024

News Calabria

Rapporto di Libera “Diario di Bordo. Storie, dati e meccanismi delle proiezioni criminali nei porti italiani”: la presentazione


GIOIA TAURO. Il presidente dell’Autorità di Sistema portuale dei Mari Tirreno meridionale e Ionio, Andrea Agostinelli, ha partecipato alla tavola rotonda di presentazione del rapporto di Libera dal titolo “Diario di Bordo. Storie, dati e meccanismi delle proiezioni criminali nei porti italiani”, che ha approfondito la presenza dei gruppi criminali negli scali marittimi internazionali, in quanto considerati un’opportunità per incrementare i propri profitti.

Nel corso dell’incontro, che si è tenuto presso l’Auditorium Casa del Laicato di Gioia Tauro, introdotto dai saluti di Don Pino De Masi, referente di Libera nella Piana di Gioia Tauro, seduti allo steso tavolo, oltre il presidente Andrea Agostinelli, anche il Procuratore Capo della Dda di Reggio Calabria, Giovanni Bombardieri; il Comandante del gruppo Guardia di Finanza di Gioia Tauro, Danilo Persano; il curatore del rapporto Marco Antonelli della Scuola Normale Superiore e di Libera, e Michele Albanese, giornalista del Quotidiano del Sud e corrispondente Ansa.

Nel suo intervento, il presidente Agostinelli ha sottolineato quanto <<L’attenzione che l’Ente rivolge alla legalità sia la stella polare che ne guida l’operato. Dovessi parlare con un operatore marittimo, – ha aggiunto – al dato sulla produttività dello scalo unirei quello sulla sicurezza del porto, che deve andare di pari passo con le sue eccellenti caratteristiche infrastrutturali, quelle appunto di uno dei porti più importanti del bacino del Mediterraneo>>.

<<Nel rispetto delle competenze delle Forze dell’Ordine e dell’Autorità Marittima, – ha proseguito il presidente Agostinelli – noi diamo attenzione anche alle esigenze economiche, che ci vengono rappresentate dagli operatori portuali, al fine di garantire una sempre maggiore produttività dello scalo.

In questa nostra attività, chiaramente, ci occupiamo degli impianti di video sorveglianza ma anche dello scanner mobile per il quale io sono stato, inizialmente, nominato commissario straordinario dall’allora Ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio. In quei sei mesi, il mio compito fu quello, ma non solo, di acquistare uno scanner mobile e darlo in dotazione all’Agenzia delle Dogane e Monopoli di Gioia Tauro, per migliorare e velocizzare i relativi controlli. Chiaramente, nel corso di circa 10 anni, tanto altro è stato portato a termine, come gli importanti lavori di infrastrutturazione a cui noi rivolgiamo grande attenzione e risorse.

A tale proposito, – ha concluso Agostinelli – voglio evidenziare quanto a me sia sempre piaciuto fare le cose e farle alla svelta, ma in questa progettualità significherebbe andare incontro a possibili reati, come, per fare un esempio, una turbativa d’asta. Al contrario, invece, io credo che la mia Organizzazione sia riuscita a fare molto e a farlo nel rispetto di tutte le procedure amministrative, senza mai correre il pallido rischio di incorrere in questi reati>>.


Leggi anche...



News
Agrigento, accoltella moglie e due figli piccoli...

Un uomo di 35 anni ha accoltellato moglie e due figli piccoli, di cui uno di appena sette...


News
Innovazione, Simoni (Fond. Bruno Kessler):...

"Questa è l’era dell'intelligenza artificiale. Tutti dicono che l’Ai è esplosa negli...


News
Digitale, De Maria (Istituto Poligrafico):...

"Nel corso dell’evento abbiamo parlato del ruolo del Poligrafico all'interno del Dpi -...


News
LAMEZIA. Scuole aperte e comunità educante...

Storie di scuole aperte “di notte”, con genitori organizzati in forma di associazioni che...