download
18 gennaio 2023

News Calabria

Scomparsa Giovanni Puccio: il cordoglio del mondo politico calabrese


“La scomparsa di Giovanni Puccio riempie di dolore tutti coloro che lo hanno conosciuto e hanno condiviso esperienze importanti con lui.
Militante politico appassionato e instancabile, Giovanni è stato anche un amministratore e dirigente di partito di grande qualità ed equilibrio.
Capace di ascoltare e di ricercare con pazienza e umiltà i punti di accordo, virtù sempre più rare nella politica di oggi, ha sempre anteposto l’interesse del collettivo a quello suo personale.
È stato per me un grande privilegio poter contare sui suoi consigli e sulla sua fraterna amicizia durante la mia esperienza politica in Calabria”.
Alfredo D’Attorre, già parlamentare e Commissario regionale del Pd Calabria.

“Mi associo al dolore per la scomparsa del caro compagno Giovanni Puccio, un esempio per tutti noi in quanto a dedizione e senso di appartenenza al partito ed ai suoi valori fondanti. Sempre al servizio dei dirigenti e dei militanti. Un uomo generoso e leale. Alla compagna Teresa ed alla sua famiglia la mia più sincera vicinanza”.
Così Nico Stumpo, deputato calabrese dei democratici.
“L’organizzazione regionale di Articolo Uno Calabria si stringe al dolore della comunità del Partito Democratico calabrese per la scomparsa di uno dei suoi storici dirigenti, il compagno Giovanni Puccio. Esempio di coerenza e lealtà ai valori democratici, riferimento della sinistra calabrese e uomo generoso. Alla famiglia ed a quanti gli hanno voluto bene vanno le nostre condoglianze”.

Essere a Roma ed essere in Calabria: ricordare Giovanni Puccio e parlare del presente, della nostra terra e delle persone a noi care.

Con la memoria a un dirigente di partito combattivo, acuto, entusiasta, ricordando anche una stagione politica di grandi passioni, tensioni emotive, rapporti umani. Sì, sembra incredibile parlarne oggi, nell’epoca della politica dei tweet e dei talk-show, ma Giovanni era per me innanzitutto un amico, un uomo di grande valore, con cui abbiamo condiviso battaglie difficili per i diritti dei lavoratori e per il futuro della Calabria. La politica che abbiamo alle nostre spalle  nel “Secolo breve” era un moltiplicatore di rapporti sociali e culturali; di percorsi umani, sorrisi, diverbi, serate passate a discutere per agire e lottare. Sempre nel pieno rispetto reciproco e, come nel caso di Giovanni, nella convinzione che il Partito dovesse essere difeso e seguito nel suo percorso evolutivo. Mi mancheranno molto il suo sorriso sincero, il suo pragmatismo e il piglio tenace di chi era pronto a ripartire dopo ogni sconfitta e a guardare oltre ogni vittoria. Per comprendere e interpretare bene il meglio della Calabria e dei calabresi.

Giuseppe Soriero


Leggi anche...



News
Forza Italia, il Congresso incorona Tajani:...

"Io ce la metterò tutta, grazie Forza Italia. Ora mandiamo un forte applauso a Silvio...


News
Ucraina, Meloni porta in dote a Kiev accordo su...

Un accordo sulla sicurezza decennale, che spazia dal piano militare a quello umanitario,...


News
Odermatt da record, vince ancora a Palisades e...

Nuova impresa dello sciatore svizzero Marco Odermatt che ha vinto il decimo slalom gigante...


News
Genoa più vicino alla salvezza, 2-0 all’Udinese

Con una vittoria per 2 a 0 sull'Udinese, maturata negli ultimi minuti del primo tempo e mai...