direttivo-comitato
4 settembre 2020

News

Soveria Mannelli. Riunito direttivo Comitato Pro Ospedale del Reventino: «Non c’è tempo da perdere, pericolosa la deriva che si sta abbattendo sul Pronto Soccorso»


SOVERIA MANNELLI. Il Comitato a fronte di pericolose derive che si stanno abbattendo sul Pronto Soccorso, ha indetto una riunione del direttivo che ha visto la partecipazione di otto componenti del sodalizio su undici complessivi.

Un direttivo ristretto, visto che le richieste per l’adesione al sodalizio sono molte e devono essere vagliate. A presiedere l’incontro il presidente Alessandro Sirianni, che ha esposto quanto sta accadendo intavolando un’accesa discussione che si è protratta per circa due ore. Non c’è tempo da perdere, è stato il motto che ha determinato l’incontro, poiché tutto si sta svolgendo con precise tecniche destabilizzanti oramai consolidate e a noi note, che saranno portate all’attenzione del Commissario ad acta e al dipartimento sanità della regione affinchè si evinca della loro conformità propositiva/normativa. Intanto si è preso atto come il comune di Bianchi, in piena condivisione con il comitato, abbia approvato in sede di giunta un documento che sconfessa ogni possibile riduzione del Pronto Soccorso, inoltre tale delibera verrà inoltrata agli altri sindaci del territorio affinchè la facciano propria. Un fatto che dovrebbe servire a consolidare e chiamare all’unità i massimi rappresentanti territoriali.

E i sindaci saranno presto coinvolti in una riunione che il Comitato intende svolgere in loro presenza, dove saranno invitati anche le categorie associative ed economiche del territorio. I tempi stringono, di questo sono convinti i membri del comitato, non c’è tempo da perdere e se necessario servono azioni forti sul territorio di qualunque tipo. Non fosse altro che le adesioni che il comitato riceve soprattutto sui social dimostrano come la misura sia colma, sfiorano cento i like e a volte li superano i post della piattaforma, e oltre cinquemila sono le visualizzazioni sempre per post. Segno tangibile che l’interesse per l’ospedale tocca in questo periodo un interesse come mai in passato. Ad alimentare l’interesse anche i limiti imposti dai protocolli Covid che hanno quasi resettato le prestazioni ambulatoriali generando un malcontento palpabile. Le prospettive future guardano oltre al pronto soccorso; un’attenzione particolare è stata proposta per la radiologia che tra poco resterà con un solo operatore, poi la gastroenterologia e il ripristino della fisioterapia, oltre che richiedere l’implemento di altre attività ambulatoriali. Intanto il Comitato sta cercando di trovare referenti in ogni comune del comprensorio, al fine di rendere più fluida la sua azione di salvaguardia della struttura. Alla fine i punti all’ordine del giorno hanno trovato la piena convergenza di tutti gli intervenuti. Ora le conclusioni dell’incontro saranno inviate ai sindaci, ai referenti delle associazioni e ai referenti delle attività produttive, perché questa volta dovrà essere un momento di coesione altrimenti saremo tagliati fiori anche da quel minimo che questo territorio esige con forza.


Leggi anche...



News
Gaza, raid Israele nel campo Shati : uccisa sorella...

Le Forze di difesa israeliana (Idf) hanno condotto nella notte raid aerei contro la Striscia...


News
Coppa America, Brasile-Costa Rica 0-0: flop verdeoro

Flop del Brasile all'esordio in Coppa America. I verdeoro pareggiano per 0-0 con il Costa Rica...


News
Elezioni comunali, centrosinistra festeggia....

Dopo il 24% delle europee e le 10 città capoluogo vinte al primo turno, al Nazareno la festa...


News
Gaza, Israele: “Ore contate per Hamas a...

Israele sta per assestare un colpo decisivo a Hamas: l'esercito è sul punto di "smantellare"...