Uno scorcio del centro storico di San Basile (Cosenza)
9 agosto 2016
Uno scorcio del centro storico di San Basile (Cosenza)

News cultura, spettacolo, eventi e sport

Stasera a San Basile «La via dei supporti e degli antichi mestieri e sapori»


E’ un vero e proprio percorso etno-gastronomico «La via dei supporti e degli antichi mestieri e sapori» che permette di vivere in maniera unica la bellezza del centro storico di San Basile, un piccolo centro in provincia di Cosenza, alle falde del Pollino.

Il borgo si apre al visitatore ammaliandolo con la sua gastronomia e la forza dell’identità culturale che viene riproposta attraverso un viaggio nel passato tra atmosfere senza tempo.

Stasera, a partire dalle ore 19, l’Associazione socio-culturale «Malemalegroup», presieduta da Matteo Pugliese, in collaborazione con il Comune di San Basile, ha riaperto le case del borgo per riproporre la replicazione degli antichi mestieri (ad esempio lo stalliere e la lavorazione del pane) una ricca esposizione di artigianato locale, la mostra sul costume abrereshe e sul ricamo, la replicazione della casa della sposa.

In più mostre fotografiche trovano spazio lungo gli angoli del caratteristico centro storico dove la gastronomia tipica accompagna il giaggio del visitatore.

Tra supporti infatti si anima anche il percorso enogastronomico fortemente indentitario che propone le «petulle» arbereshe, tipiche frittelle di pasta lievitata da gustare calde, le kangariela me ve, prima di passare alle carni del territorio con la salsiccia alla brace e un piatto fumante di rroshkatjel, un formato di pasta della tradizione. Il tutto annaffiato dal vino della cantina castrovillarese Campoverde.

Il percorso terminerà – secondo la variante decisa dagli organizzatori a causa delle avverse condizioni climatiche che hanno interessato i giorni scorsi l’area del Pollino – presso l’Anfiteatro comunale di Piazza Municipio con lo spettacolo Uomo e galantuomo messo in scena dall’Associazione culturale «Aprustum» di Castrovillari.

Nel corso della serata – grazie all’associazione Arcadia – ci sarà uno spazio di animazione dedicato ai bambini nel corso del quale divertendosi impareranno la storia dei piatti che andranno ad assaggiare durante l’evento.

«La volontà del sodalizio organizzatore», precisa Pugliese «è quello di raccontare le bellezze del nostro borgo attraverso il contatto diretto con le architetture che lo compongono. La nostra passione ed il lavoro di tutto un anno si concretizzano nella festa che organizziamo con il contributo di tutti i nostri soci e di quanti, come il Parco Nazionale del Pollino e la Gas Pollino, credono che lo sviluppo delle comunità locali passi dai piccoli centri e la loro valorizzazione».

Per il sindaco Vincenzo Tamburi l’evento «permette di mostrare al meglio la capacità accogliente della nostra comunità e le potenzialità culturali, sociali ed artistiche che porta con sé. La grande passione delle nostra associazioni è il punto di forza che da sempre ci onoriamo di supportare come amministrazione ed esaltare attraverso eventi come questo che sentiamo nostri perché narrano la bellezza e la ricchezza di ciò che siamo, la nostra forza identitaria che passa dalla gastronomia e la vivace intelligenza di coloro che qui abitano e vivono».


Leggi anche...



News
Assemblea Assobiotec, ‘Competitività il nodo...

È dedicato a ‘Competitività, il nodo della ricerca, il ruolo dell'impresa’ il convegno...


News
Ucraina, Crosetto: “No a 40 miliardi annui di...

 L'Italia, nella ministeriale Difesa della Nato, "ha detto che non è d'accordo" a...


News
Euro 2024, Italia al via con l’Albania

I Campioni scendono in campo. L’Italia inizia la sua missione a Euro 2024 da Dortmund dove,...


News
G7, no passi indietro su diritti Lgbt in...

La notizia ripresa dai quotidiani italiani e "pubblicata da Bloomberg, secondo la quale nel...