342477745_253609067031681_2595119143671873622_n-copia
1 maggio 2023

BLOG-le firme di Reportage

TRAMONTI BLOG. «San Damiano, un luogo del cuore nel segno di San Francesco d’Assisi e Gioacchino da Fiore» di Giampiero Scarpino


Nel pieno delle prove del Calendimaggio si va a far riabbracciare spiritualmente Gioacchino da Fiore e San Francesco di Assisi. Ieri il Silenzio di San Damiano, un luogo che il mio cuore porta con sé. Il luogo del Crocefisso che parlò a Francesco e parla ancora oggi.
“Signore cosa vuoi che io faccia”. “Va Francesco, ripara la mia casa che va in rovina”. Quella casa? Penso che non si è fermata a San Damiano o ai frati minori di San Francesco. Quella casa significa un nuovo modo di vivere ed anche un nuovo modo di fare politica e amministrare. Si rivive Assisi con uno spirito diverso rispetto al 1994 anno in cui iniziai ad amare questa città e la spiritualità di Francesco e Chiara. Oggi vivo Assisi come un loro concittadino. La conosco troppo bene e ci conosciamo troppo bene.
Nel campo del turismo da anni hanno bisogno di me. Tutti. A chiedermi della Riviera dei Tramonti, dell’Aeroporto, dell’impegno del presidente della Regione Calabria con il progetto Calabria Straordinaria. Ad Assisi si vive il week end del primo maggio nella magica atmosfera del Calendimaggio. È pronta la tribuna in piazza, è aperta la magica gastronomica taverna ma non c’è il pienone di una volta. Avviene il confronto, la spiegazione sta lì e la do io: è cambiato il turismo. Per riavere i turisti esteri occhio all’aeroporto e porterai nuova linfa alle casse di Assisi. Voli diretti internazionali in entrata ed in uscita.
La Prima giornata passa da Santa Chiara e le sue 40 suore di Clausura, a San Damiano con i suoi 11 novizi e i maestri frati che conosco da 40 anni. Sono io a raccontare, a ricordare, a spiegare ai volontari del servizio d’ordine, la differenza tra la corda del novizio senza nodi e quella del frate con i nodi. Si prega per le vocazioni davanti al Crocefisso storico che parlò a Francesco. Con me c’è tutta la Riviera dei Tramonti, la spiritualità di Gioacchino da Fiore, gli amici di Cordoba pronti a gemellaggi in Calabria. Siamo  tutti legati tra progetti di crescita del territorio sociale,  turistica ed anche religiosa. Mi è stato chiesto di dare una mano in tutta la progettualità, ho detto si; il progetto è uguale e si può estendere alla città che amo. Un buon bicchiere di Sacrantino di Montefalco che accompagna il magico tagliere umbro ricco di prelibatezze si aggiunge ad una giornata intensa.
È tutto un confronto con gli amici tassisti, ristoratori, albergatori e negozianti. E poi politica e chiesa. Anche Gasperino l’alimentarista, con lui un abbraccio, un selfie e chiaramente una confezione  di strangozzi. Il dolce tipico di Assisi ci gemella. La Rocciata chiama la Pitta mpigliata di San Giovanni in Fiore. Ed anche questo lo vivi come un segno di quel Crocefisso di San Damiano che sai in anteprima che legherà spiritumente Umbria e Calabria. Altre foto con gli amici della Magnifica Parte de Sotto per i quali tifo nel Calendimaggio e poi si conclude la giornata ricca di soddisfazioni con il Magico, unico, impareggiabile silenzio della “tua” San Damiano, il luogo di Chiara e Francesco. Li vedi in ogni angolo  li ascolti in ogni angolo. Li testimoni da sempre e loro ti sorridono.
Giampiero Scarpino

 


Leggi anche...



News
Leva militare obbligatoria, La Russa: “Sono...

Quella di Salvini "non è una grande proposta, io ho sempre detto che per me è giusto che su...


News
Usa accusano Russia: “Arma spaziale minaccia...

La Russia ha lanciato in orbita un'arma spaziale che, se ulteriormente sviluppata, potrà...


News
Europee, sondaggio: Fratelli d’Italia al 28%,...

Fratelli d'Italia al 28% seguito dal Pd al 20,5%. E' quanto emerge dal sondaggio eseguito...


News
Napoli, Manfredi: “Starbucks porta flavor...

Napoli città famosa per la sua cultura del caffè e per le sue tradizioni culinarie uniche,...