laboratorio-di-cinema-sebastiano-rizzo
23 novembre 2019

News cultura, spettacolo, eventi e sport

REGGIO CALABRIA. MARADAN PROMUOVE IL LABORATORIO DI CINEMA DELL’ATTORE REGISTA SEBASTIANO RIZZO


L’Associazione Maradan di Reggio Calabria, presieduta da Marcella Ritto, nella prosecuzione delle attività del Festival Olistico Morgana, promuove il Laboratorio professionale di Cinema diretto dall’attore regista Sebastiano Rizzo, con l’obiettivo di coinvolgere quella fascia di soggetti che non ha modo di trasferirsi nelle “Città Capitali del Cinema e del Teatro” per perseguire la professione o la passione della “settima arte”.
Sebastiano Rizzo, candidato nel 2018 ai David di Donatello, terrà nella città dello Stretto un incontro al mese, per dieci appuntamenti, alla fine dei quali è prevista la realizzazione di un cortometraggio che possa dare ai candidati la possibilità di confrontarsi con la macchina da presa e tutte le maestranze che si trovano su un set “reale”.

Le attività del laboratorio avranno inizio il 7 e 8 dicembre, per poi proseguire a partire da gennaio 2020.
L’idea, già testata con successo in altre regioni d’Italia, è quella di mettere su un gruppo di persone che abbia voglia e interesse di crescere professionalmente nel mondo cinematografico e teatrale, confrontandosi sul campo con addetti ai lavori che quotidianamente vivono e lavorano in diversi progetti artistici.

“Durante tutto il percorso – dichiara nella nota di presentazione del progetto la presidente di Maradan, Marcella Ritto – si cercherà un tema adatto a sviluppare una sceneggiatura conforme alle caratteristiche dei partecipanti che porti alla creazione di un prodotto finale interessante e accattivante, che rappresenti possibilmente una bella vetrina per i luoghi in cui sarà girato il cortometraggio. Oltre a svolgere tutta una serie di attività di interventi sulla persona con la cosiddetta medicina non convenzionale, la filosofia della nostra associazione è quella di proporre una visione olistica dell’uomo e delle sue relazioni con l’ambiente e le persone che lo circondano. Questo è il motivo per cui, nel corso della prima edizione del Festival Olistico Morgana, insieme a Sebastiano Rizzo, Adele Catalano e Anna Maria Morabito, abbiamo deciso di dar vita a questo laboratorio”.
L’esperienza è rivolta soprattutto a tutte quelle persone che non seguono le attività associative di Maradan e che non hanno obiettivi artistici nella vita, ma che nella propria attività professionale necessitano di prendere più fiducia in sé stessi, per potersi porre in modo più chiaro e sicuro davanti a più persone o a confronto con interlocutori ostili, riuscendo ad avere più sicurezza nelle proprie capacità risolutive e di dialogo, attraverso l’acquisizione di determinate tecniche.


Leggi anche...



News
Sondaggi Europee: Fdi a +7 da Pd, Lega davanti a...

Nell’ultimo sondaggio di Quorum/YouTrend per Sky TG24 prima delle elezioni europee, Fratelli...


News
Eurispes, da Ai a telepsicologia, digitale è al...

L'Organizzazione mondiale della sanità ha redatto nel 2013 ed esteso nel 2021 fino al 2030 il...


News
Con l’Intelligenza artificiale...

L’intelligenza artificiale ci prenderà tutti i posti di lavoro, ma questo non è...


News
Pnrr, Eurispes: “Transizione a Ssn digitale...

L'impatto dei 15,5 miliardi previsti dal Pnrr per la Missione Salute, per riformare entro il...